Utente 145XXX
Salve, sono una donna di 59anni, ipertesa; a seguito di una visita specialistica di controllo, il cardiologo ha ritenuto opportuno modificare la terapia farmacologica prescrivendomi NORVASC E LOBIVON. Dal momento in cui ho assunto questi farmaci ho cominciato a soffrire di insonnia, tachicardie brevi ma frequenti solo ed esclusivamente di notte unite ad una sensazione di bruciore della pelle.Chiedo: è possibile che questi sintomi siano conseguenza dell'assunzione dei nuovi farmaci? Preciso: assumo quotidianamente anche metforal e sereupen. Grazie infinitamente per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, ogni trattamento farmacologico può causare effetti indesiderati, tra cui quelli che Lei ha riportato. Il mio consiglio è quello di consultare nuovamente il collega prescrittore, se possibile senza modificare sostanzialmente la terapia, e chiedergli consiglio sull'opportunità di cambiare qualche farmaco. Infatti, solo chi ha personalmente visitato il paziente può dare consigli terapeutici con la necessaria conoscenza del caso.
On-line non è possibile dirLe di più: sarebbe scorretto oltre che vietato dalla Legge.
Cordiali saluti