Utente 145XXX
Salve volevo sapere se è il caso di rioperare un ematoma post-operatorio in quanto mio figlio ( 18 anni) è stato operato per un esostosi sul dorso della mano destra che rischiava di lesionargli il tendine delle dita indice e medio. L'intervento è riuscito ma l'ematoma post operatorio non si è più riassorbito ( ha fatto sedute di ionoforesi, laser, ultrasuoni).
A distanza di 6 mesi dall'intervento l'ortopedico mi dice che deve essere rioperato per asportare l'ematoma e mi consiglia di effettuare l'intervento al più presto.
Quali sono i problemi cui andrebbe incontro se non si riopera per eliminare l'ematoma sono solo danni estetici come dice lui o possono esserci danni a carico delle articolazioni?
Secondo Lei è il caso di rifarlo operare dallo stesso chirurgo, poichè il primo intervento lo aveva effettuato in day hospital e il dottore lo aveva fatto passare per una semplice operazione di routine che difficilmente avrebbe potuto avere complicazioni, o mi consiglierebbe un'intervento in un ospedale specializzato ed eventualmente dove.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
L'ematoma è presumibilmente localizzato sul dorso della mano e lontano dalle articolazioni. Sicuramente non provocherà danni alle articolazioni, tuttavia un ematoma organizzato ha una consistenza solida che può ostacolare il normale scorrimento dei tendini, ma ovviamente senza avere visto l'ematoma, la sua localizzazione e le sue dimensioni non è possibile dare un parere certo.
In genere preferisco che a eseguire gli interventi sulla mano sia un ortopedico con particolari competenze in Chirurgia della Mano. Può trovare qui http://www.sicm.it/regioni.html?reg=3 gli specialisti iscritti anche alla Società, anche se ritengo che l'asportazione dell'ematoma possa venire eseguito dallo stesso ortopedico che ha asportato l'esostosi. Spesso purtroppo qualche Chirurgo minimizza l'entità dell'intervento e le possibili complicazioni (e l'ematoma è una di queste nella asportazione dell'esostosi), forse per non spaventare il paziente; in proposito Le consiglio di leggere un interessante articolo di un Collega Chirurgo generale a questo link http://www.luciopiscitelli.beepworld.it/unsemplice.htm
Cordiali saluti