Utente 145XXX
Buongiorno
Sono una donna di 34 anni, alta 1,55 cm co 57 kg di peso senza problemi di salute. Il mio problema estetico è un grosso accumulo di adipe e cellulite nodosa insediatosi sulla mia pancia dopo 2 gravidanze, l'ultima terminata 3 anni fa. Non ho nè ho mai avuto problemi di cellulite in altre parti del corpo, come gambe e glutei. Per eliminare il mio problema ho provato varie creme, ginnastica e diete, ma purtroppo dimagrivo ovunque tranne sulla pancia, sicchè ho provato un trattamento promozionale di cavitazione e successivo massaggio presso un noto centro. Prima del trattamento ho eseguito delle analisi del sangue (trigliceridi e colesteolo e tutti gli altri valori nella norma)e ho compilato un questionario in cui mi si chiedeva informazioni sulla mia salute: malattie all'orecchio, ai reni, fegato, cuore, eventuale stato di gravidanza o allattamento, presenza di placche metalliche...(tutto negativo). Dopo tutto questo iter mi hanno dato l'appuntamento e hanno eseguito il trattamento durato 40 minuti più 15 minuti di massaggio. Durante il trattamento sentivo dei fastidiosissimi, quanto intensi "fischi" nelle orecchie che mi hanno spiegato del tutto normali. Per effettuare il trattamento mi venivano pinzati rotoli di adipe tra la mano dell'operatrice e il "cursore" e quest'ultimo non veniva mai (credo) passato di piatto rispetto alla cute. Dopo il trattamento mi hano consigliato di bere ogni giorno almeno 1,5 lt di acqua al dì. Il trattamento è stato fatto la mattina e già dopo 1 ora ho cominciato a sentire nausea e dolore nell'area dello sterno che perdura a tutt'oggi. Stamane ho notato sempre nell'area dello sterno un'eruzione cutanea (all'incirca una 20 di brufoletti pruriginosi).Ho chiamato il centro per chiedere spiegazioni e mi è stato risposto di non preoccuparmi, perchè è una reazione del tutto normale. Io invece mi sto preoccupando, visto che non ho ricevuto una risposta esauriente e che la prossima seduta ( prima di un ciclo di 8) sarà tra 5 giorni. Per cui chiedo a Voi qual'è la causa di questo fastidioso dolore, e dell'eruzione e gradirei sapere se dopo una risposta così evasiva posso veramente fidarmi e iniziare questo ciclo di trattamenti, senza temere per la mia salute.
Ringraziando anticipatamente, porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Scarpa
24% attività
4% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Buona sera,
la struttura a cui si sia rivolta è stata molto scrupolosa nel proporle la cavitazione facendole fare esame del sangue e una buona anamnesi. Tuttavia le consiglio di rivolgersi ad un medico per questo trattamento che richiede un'attenta gestione per avere risultati validi e soprattutto in sicurezza.
I fischi che lei sentiva, in effetti, sono normali in un trattamento che utilizzi ultrasuoni a bassa frequenza. Da quel che mi descrive anchela modalità operativa è corretta.Infatti la manovra di plicatura (ovvero il prendere una plica di adipe e interporla tra la mano dell'operatore e il manipolo) evita di tenere il manipolo perpendicolare ai tessuti (rischioso per le strutture nobili sottostanti).
Direi che la nausea e il dolore allo sterno non sono normali nel post seduta.
La comparsa dei "brufoletti" potrebbe essere normale se fosse in una delle zone in cui è stato eseguito il trattamento. Questo capita in persone con pelle molto sensibile. Spero però che non abbiano usato la cavitazione nella zona sternale. In questa zona non è indicato usare gli ultrasoni a cavitazione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Buona sera,
in effetti la zona dove sono comparsi i brufoli è la pancia, zona sulla quale mi è stata eseguita la cavitazione e posso anche confermarle che ho sempre avuto la pelle molto delicata. Il fatto che mi preoccupa, a questo punto è che i brufoli sono comparsi inizialmente proprio sulla zona dello sterno e solo sucessivamente sul resto della pancia. Sinceramente non ho fatto caso se il trattamento sia stato eseguito anche su ques'area, ma presumo di sì, nel qual caso cosa mi suggerisce di fare e quali conseguenze porta il fatto di aver subito la cavitazione sullo sterno e infine in quali altre zone è controindicata la cavitazione? Premetto che mi è stata suggerita la possibilità di fare anche qualche trattamento sotto i glutei e nell'interno coscia, una volta ottenuti i risultati sperati sulla pancia.
Ringraziando porgo cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Scarpa
24% attività
4% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Buona sera,
probabilmente le hanno trattato anche la zona dello sterno. Se comunque il trattamento è stato eseguito plicando la zona non vi sono rischi. Il trattamento si esegue nelle seguenti zone: addome, interno ed esterno coscia, interno ginocchio regione sotto glutea. L'importante è sempre e comunque la tecnica della plicatura. Nelle zone proposte non vi sono problemi per quanto riguarda il trattamento.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Grazie infinite,
le vostre risposte mi sono state estremamente utili.
Cordiali saluti.