Utente 143XXX
Gentili dottori, ho 27 anni. Da circa 2 mesi è accaduto un fatto che mi ha generato parecchio stress, nello specifico la riapertura di una relazione che avevo ritenuto chiusa. Di per sè un fatto positivo. Il problema è che ne è scaturita una preoccupazione per il futuro incerto ed uno stato d'animo che mi ha da quel momento mi ha impedito di concentrarmi a lavoro. Fino a quel momento la situazione era ancora gestibile. Due settimane più tardi mi è spuntata una febbricola serale (max 37.3°C), con conseguente debolezza e brividi di freddo, che non mi ha più abbandonato. Una miriade di visite mediche ed esami di ogni tipo mi dipingono perfettamente sano e tuttora non sanno spiegare l'origine della mia febbricola.
Questa situazione ha aumentato di molto il mio stress. Ho perso l'entusiasmo nel mio lavoro (per cui fino a 2 mesi fa stravedevo), non riesco a concentrarmi su niente e mi domando in continuazione se il mio malessere fisico mi abbia portato a questo atteggiamento negativo o piuttosto il viceversa.
Come mi consigliate di procedere?
Grazie infinite.
[#1] dopo  
Dr. Gerry Grassi
20% attività
8% attualità
8% socialità
PIOMBINO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Salve,
ha pensato di rivolgersi a uno psicoterapeuta?
Lei parla di una situazione stressante e i sintomi che porta possono sicuramente essere controllati attraverso un percorso di tipo psicologico. Appurato il fatto che non ci sono cause organiche chiaramente.