Utente 143XXX
Gentili dottori,
oggi, all'inizio del rapporto con la mia fidanzata, nella posizione del missionario, ho sentito uno schiocco (non so se riesco a spiegarmi)sul dorso del pene, con un piccolo dolore annesso, come se il pene si fosse leggermente piegato nell'entrare in vagina.
Non ho avuto conseguenze lì per lì, tanto che ho continuato quel rapporto, e altri 2 poco dopo, senza particolari problemi...Adesso però avverto un leggero fastidio a riposo nella stessa zona, voi cosa pensate che possa essere?
Vi premetto che mi sembra mi sia capitata la stessa cosa altre volte avendo un'erezione costretta all'interno degli slip.
Grazie in anticipo per la disponibilità e la cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

potrebbe trattarsi di un "microtraumatismo", avuto appunto durante un rapporto sessuale, e questo spiegherebbe il fastidio da lei lamentato.

A questo punto, senza perdere altro tempo prezioso, consulti il suo medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta, purtroppo sono stato dal mio andrologo di fiducia lunedì e al momento mi sembra assurdo prenotare un'altra visita, sia per la vicinanza temporale sia per il costo...C'è qualcosa che posso fare per il momento?Astensione dai rapporti, gel per traumatologia minore o...Cosa?
Grazie ancora per la risposta!
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

da questa postazione, senza poter vedere la sua reale situazione clinica, non possiamo darle nessuna indicazione terapeutica precisa.

Riconsulti il suo medico di fiducia e risenta, almeno telefonicamente, il suo andrologo che sicuramente, più di noi, può intuire quale è il suo attuale problema.

Un cordiale saluto.