Utente 987XXX
Buonasera,
racconto in breve la via vicenda...
ho 31 anni, e nn ho mai sofferto di eiaculazione precoce.
i miei rapporti in passato duravano anche mezz'ora.. ma da un anno a questa parte a malapena raggiungo i 5 minuti.....lo scorso anno ho subito un intervento di frenuloctomia, anche se nn grave. oggi il glande si scopre "quasi" completamente, solo se ben lubrificato raggiunge risultati accettabili.. ma nn credo che sia questa la causa dell'eiaculazione precoce che a dir la verità mi sta dannando..
Adesso chiedo.. com'è possibile che stia soffrendo adesso che non ho piu' problemi relativi al frenulo? a livello psicologico nn è cambiato nulla.. so che ci possono essere delle complicazioni derivate da stati di ansia ecc..per di piu' la mia compagna è sempre la stessa. quindi nn ho problemi di ansia da prestazione.Aggiungo che in caso di masturbazione la situazione non cambia, in quanto raggiungo l'eiaculazione anche entro i 2 minuti.....gravissimo!!
Dovrei tornare dall'urologo? magari come ultima spiaggia tentare una circoncisione vista la leggerissima fimosi? nn vorrei giugere all'intervento sinceramente..gia' la frenuloctomia mi ha causato non pochi disagi.
Grazie mille per l'attenzione.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente le consiglio una visita urologica in quanto una causa potrebbe essere una infiammmazione alla prostata
[#2] dopo  
Utente 987XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la celere risposta..
parlero' con il mio urologo, anche se non ho alcun sintomo di prostatite...aggiungo inoltre che la mia parter mi ha fatto notare come la mia eiaculazione sia abbondante.. questo puo' essere sintomo di qualcosa? Mi scuso per le domande forse un po' banali ma cerco sempre di evitare i medici :)
Grazie comunque per la disponibilità. Come sempre-

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

le sue ultime notizie cliniche confermano il sospetto diagnostico già fattole dal collega Quarto ma, da questa postazione noi non possiamo fare alcuna diagnosi precisa.

A questo punto, senza perdere altro tempo prezioso, consulti il suo medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 987XXX

Iscritto dal 2009
Il mio medico ha solo detto che potrebbe trattarsi di congestione prostatica, mi ha solo consigliato di bere molta acqua e x quanto riguarda il recente problema di eiaculazione precoce ha affermato che è normale..che nn ho piu' 20 anni! :(
e che forse sarebbe il caso di cinconcidere..
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

potrebbe essere anche la diagnosi e l'indicazione terapeutica corretta ma ora bisogna anche sentire in diretta un esperto andrologo od urologo per prendere poi le decisioni cliniche finali.

Un cordiale saluto.