Utente 145XXX
salve sono un ragazzo di 19 anni con problemi di erezione in quanto la raggiungo con fatica e non la mantengo, tranne in posizione seduta che raggiungo delle buone erezioni anche se spesso nn soddisfacenti. il vero problema lo ho nel momento in cui cambio posizione perche perdo immediatamente l'erezione e pertanto non posso penetrare. non è un fattore psicologico, o meglio lo è diventato in seguito ad un fattore fisico, in quanto anche a casa da solo nel momento in cui cambio posizione perdo l'erezione. l'andrologo mi ha fatto fare analisi sangue ed eco scroto e dai risultati non si riscontra nulla da imputare alla mia disfunzione. l'andrologo mi ha prescritto una terapia cialis, 1 compressa a settimana per 4-5 mesi assicurandomi che pian piano posso staccarmi dalla terapia fino a non averne piu bisogno... è vero tutto cio o saro costretto ad assumere cialis tutta la vita? (l'ho assunto 1 volta e ho avuto subito buoni risultati infatti mantengo l'erezione con piu facilita in diverse posizioni)......ho solo 19 anni e il pensiero di dipendere tutta la vita da un farmaco mi fa stare male. inoltre volevo chiedere: tre anni fa ho avuto la frattura di 2 vertebre dorsali, d4 e d5 ma per fortuna sono ancora in piedi, gioco a calcio...insomma la mia vita è cm prima, tranne magari mal di schiena a volta, puo essere causa di problemi erettili questa frattura anche se nn ho altre problematiche legate? (sono sempre stato rassicurato al riguardo poiche mi dicevano che una frattura vertebrale da imputare ad una eventuale disfunzione erettile è quella a livello delle vertebre lombari ).....altra e ultima domanda ( scusate..) è che dopo l'assunzione cialis ho avuto l'effetto per le 36 ore, e a distanza di 80 ore dall'assunzione avevo ancora erezioni buone (nn cm sotto pieno effetto del farmaco ma neanche pessime cm prima dell'assunzione) cio significa che il farmaco è ancora in circolo o che comunque sono erezioni che posso raggiungere senza l'ausilio del cialis??....vi prego aspetto risposta... sono disperato. grazie in anticipo intanto....
cordiali

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
...innanzitutto, perchè disperato? Una buona risposta la si è ottenuta. Per quanto riguarda il suo problema, probabilmente chi la segue si è orientato su una causa principalmente psicologica; il tempo dirà se in effetti riuscirà ad avere buone erezioni anche senza Cialis. Se così non sarà si tratterà di effettuare degli approfondimenti di laboratorio e/o strumentali per identificare una possibile causa organica del suo problema.
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
dottore grazie mille della risposta. pero il fatto della frattura delle vertebre d4 e d5 puo avere influenza sul mio problema? (ricordo che non ho nessun altro tipo di problema, cammino, corro, riflessi ok...ecc.. ) grazie . cordialita
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ritengo sia molto poco probabile.
[#4] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
grazie nuovamente per l'efficenza delle sue risposte dottore.
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

per confermare le corrette osservazioni cliniche, fatte dal collega Pescatori, le posso dire che difficilmente in una lesione vertebro-midollare, se si ha un problema sessuale, si manifesta solo un problema erettivo ma, quando presente, questo è spesso associato anche ad un disturbo all'eiaculazione; poi lesioni alte, come dovrebbe essere la sua, mantengono, anche quando complete, quasi sempre una valida rigidità riflessa.

Detto questo comunque, se desidera avere più informazioni su questi temi, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=59854

Un cordiale saluto.