Utente 145XXX
Salve, desidero avere dei consigli circa un disturbo che mi porto dietro da alcune settimane: Ho la parte bassa del braccio, avambraccio e mano sinistra intorpiditi, in particolare a partire dal mignolo e anulare mi risale sino a sotto l'ascella una sensazione di scarica elettrica costante che non varia col variare della posizione.
Spesso ho una sensazione di affaticamento respiratorio e mi sembra che i battiti cardiaci siano irregolari, se faccio le due rampe di scale in ufficio, ho il fiatone e a volte sento come un senso di leggera vertigine.
Ho 53 anni ma ho sempre avuto una salute di ferro, ho fatto per molti anni sport anche a livello agonistico, (scherma e varie arti marziali come karate aikido e judo), in gioventù avevo il cuore un po’ ingrossato a causa delle ore passate ogni giorno ad allenarmi ma l’ECG sempre perfetto, ho sempre avuto una pressione sanguigna molto bassa ma senza patologie. Da alcuni anni ho interrotto l'attività fisica e ho messo su un po' di peso, intorno a 88 Kg con un’altezza di 178 cm, ma nelle ultime ferie passate a casa (vivo all’estero da solo per quasi tutto l’anno) mi sono lascito andare e sono ingrassato notevolmente, sono arrivato a 98 Kg, e ho iniziato a sentire dei disturbi alla ritmia cardiaca, i battiti erano irregolari ed accelerati, soprattutto dopo mangiato, e facevo fatica a respirare. Da un po’ di settimane ho ripreso a mangiare in modo moderato, (senza fare diete sconsiderate), e sto già ritornando al peso normale ma l'affaticamento respiratorio è rimasto e in più si sono aggiunti i formicolii alla mano e al braccio sinistro.
Ho verificato i battiti cardiaci che sono 72 al minuto a riposo come ho avuto da sempre.
Spero di essere stato abbastanza esauriente nella spiegazione.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
I formicolii non dipendono dal cuore, amico di Sassari. Ma per il resto, è giusto pensare a qualche indagine integrativa che una visita cardiologica stabilirà. Senza avere paura, ma solo per fare chiarezza. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
La ringrazio per la pronta risposta, desideravo chiarire che negli ultimi tempi non ho subito alcun trauma al braccio SX e non tengo alcuna postura in ufficio o al computer che faccia pensare ad un tunnel carpale o a una qualche compressione dei nervi del gomito, non riesco proprio a capire quale potrebbe essere la causa di questi fastidiosissimi formicolii.
Le sarei grato se volesse darmi qualche consiglio su eventuali analisi o controlli clinici ai quali sottopormi per risolvere sia il problema del formicolio che quello dell’affaticamento respiratorio e delle aritmie che mi capitano.
Grazie ancora.