Utente 145XXX
Gentili Dottori,vengo al dunque,ho fatto dei test per hiv per preoccupazione di eventuali contaggi,essendo che ho avuto dei rapporti con persona sconosciuta ,di cui il primo dopo 5 mesi l accaduto....risultato negativo,poi vennero i volontari per donazione sangue e decisi di donare il sangue,dal test ag/ab combo ,il seguente risultato "negativo",questo a 5 mesi e 20 gg. Visto il test fatto da un centro di trasfusione posso stare tranquillo?il test combo e bastato o devo eseguirne altri.P.s nn ho riscontrato disturbi,che correlano il contaggio.
Grazie per il servizio che ci offrite .
grazie di cuore!!
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Può stare più che tranquillo, i tests sono definitivi
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la sua risposta precisa ed efficace!!!purtroppo sn stato un c.....E,e'anche vero che il mondo soffre di una mancaza d informazione su questo tema...spesso si pensa ke un malato di HIV sia facilmente distinguibile,magari perke ha le sembianze di uno zombie.Se la prudenza fosse cm quando in italia si temeva l influenza A,o suina!!!!spero ke sta calamita' si possa combattere nn solo cn l uso del preservativo ma anche cn seminari,partendo gia' dalle scuole medie,il complice dell Hiv e la nostra ignoranza.
[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'HIV oggi , per fortuna, non è assolutamente più quella malattia che era 20 anni fa. C'è stato un cambiamento epocale ma , si badi bene, solatnto nei paesi occidentali, perchè , purtroppo, nei paesi poveri, miete ancora tante vittime .Le efficacissime terapie di cui disponiamo hanno portato a cronicizzare la malattia ed i malati oggi conducono una vita in tutto e per tutto uguale ai sani. Il problema , paradossalmente, è stato proprio questo; poichè , salvo rari casi, non si muore più di HIV ed un malato è indistinguibile da un soggetto sano, si è stati portati a pensare che la malattia non esistesse più, ma così non è; lei ha detto una cosa molto giusta : manca completamente l'informazione o è fortemente carente e quindi ben vengano i seminari già dalle scuole medie, non soltanto per parlare di HIV ma anche per parlare proprio ai giovanissimi di educazione sessuale, materia di cui conoscono pochissimo e sp0esso quel pochissimo è anche sbagliato.