Utente 447XXX
Salve,
sono una ragazza di vent’anni che cinque mesi fa ha avuto una trombosi venosa profonda all’asse femoro-iliaco a causa di un deficit della proteina c e all’assunzione di estroprogestinici.
Sono in terapia anticoagulante con Coumadin e indosso sempre calze elastiche della seconda classe di compressione. In questi ultimi mesi ci sono stati notevoli miglioramenti, la vena poplitea si è ricanalizzata e sono in fase di ricanalizzazione anche la femorale comune e la femorale superficiale. Dal momento che ora dovrò riprendere a studiare e non ho tanto tempo da dedicare alle camminate, come mi è stato consigliato, mi chiedevo se esiste qualche attrezzo ginnico che potrei usare a casa per far si che la situazione continui a migliorare. Attendo un riscontro e la ringrazio.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
nel suo caso vanno assolutamente evitati gli esercizi che prevedano sforzi con aumento della pressione addominale; quelli cioè che si realizzano compiendo con gli arti o con i muscoli addominali un'azione contro una resistenza: per intenderci sollevamento pesi o attrezzi che oppongono resistenza.
Probabilmente il consiglio che Le è stato dato, sia pure limitato alla compatibilità con la sua attività di studio, resta il più valido. Potrebbe attrezzarsi con un tapis-roulant da utilizzare ad andatura regolare e con calze elastiche.