Utente 145XXX
Buon giorno e complimenti per il vostro forum.Sono un ragazzo di 27 anni affetto da microcitemia (Beta talassemia minor).Recentemente ho avuto una colica biliare con sospetta ostruzione delle vie biliari.Solitamente ho valori di bilirubina indiretta sui 5 u/L con la frazione diretta sempre normale.Dopo la colica ho eseguito una ecografia che mostrava microlitiasi della colecisti a pareti inspessite,ho raggiunto valori di bilirubina di 17 con la frazione diretta di 6 u/L,transaminasi alt400 ast 350,gamma gt 250.Ho subito eseguito una Ercp dove mi hanno ripulito il coledoco e sfinterotomizzato la papilla di Vater(no hanno trovato calcoli ma solo fango biliare).Dopo l'ercp ho avuto un sanguinamento dalla sfinterotomia e mi sono anemizzato e quindi ho dovuto ripetere una gastroscopia per poter richiudere la ferita con delle clips.Dopo l'emorragia mostravo un emocromo con 7 di emoglobina (di solito la mia viaggiasu 11,7)e 3,4 di eritrociti.Queste vicissitudini mi hanno portato a digiunare per circa 13 giorni con notevole dimagrimento e anemizzazione(ho dovuto fare 2 trasfusioni per ricompensare l'emorragia).Ora dopo un mese ho ancora valori di bilirubina indiretta intorno a 10 u/L e diretta 1,5 u/L,la pelle non è piu gialla e le sclere piano piano si stanno scolorendo del subittero.L'ultimo emocromo mostra 10,5 di emoglobina.Le transaminasi molto lentamente stanno scendendo.Ultimi esami mostrano 94 ast e 75 alt.La mia domanda ora è:cm mai dopo un mese ho ancora vaolri elevati di bilirubina indiretta?Di solito i miei valori erano intorno a 5 U/L,ma una volta ho raggiunto anche 8U/L.Ho eseguito oltre a tutti i makers delle epatite anche il test di coombs sia diretto che indiretto ed è tutto negativo,ma ho cmq la milza ingrossata(l'ho sempre avuta per la verità).Può dipendere dal fatto che mi sono anemizzato?Dal punto di vista virologico mi hanno trovato solo una infezione da citomegalovirus positiva per le igm di poco superiori alla norma,ma nn ho mai avuto febbre ne leucociti elevati.Nn so spero che riusciate a rispondere alle mie domande e soprattutto al fatto di come mai la mia bilirubina indiretta è stabilmente intorno a 10 e nn scende dopo circa 1 mese dalla ercp.Ps.il mio dottore esclude che si tratti di gilbets.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Mangiarotti
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Utente, se il suo medico esclude la sindrome di Gilbert, occerre valutare la possibilità di una patologia autoimmune del fegato. Consiglio quindi di consultare un epatologo e sottoporsi eventualmente ad una colangiorisonanza magnetica e/o biopsia epatica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Carissimo Dott.re,La ringrazio per la risposta datami e per il tempo che ha voluto concedermi..tuttavia le scrivo che ho eseguito una colangio RMN ed una ricerca di autoanticorpi ANA AMA ASMA con risultati negativi.La colangio mostra una lieve ipertrofia del lobo caudato e sinistro del fegato.
L'epatologo mi ha prescritto Samyr 400mg per 2 al gg.Secondo lei basterebbero questi esami ad escludere evantuali altre patologie?
La bilirubina indiretta stabilmente intorno a 8 mg/dl e le transaminasi all'ultimo esame sono Ast39 e ALt 89.
Cosa pensa lei?
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mangiarotti
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
A questo punto ritengo che solo una elevazione rilevante delle transaminasi può giustificare una eventuale biopsia epatica. Esistono forme rare di iperbilirubinemia che peraltro senza ulteriori incrementi degli enzimi epatici non danno problemi.
Saluti