Utente 257XXX
Gentili medici sono in procinto di fare la II Icsi con la mia compagna ma vi vorrei porre 4 quesiti che solo per chiarezza ho indicato con le lettere a/b/c/d.

SPERMIOGRAMMA IN OCCASIONE DI ICSI:
gennaio 07 (io ho 36 anni la mia compagna 41)
volume 2,5 ml
concentrazione nemaspermica 50 milioni/mil
spermatozoi totali 125 milioni
forme mobili 70%
motililtà fortemente progressiva 20%
lentamente progressiva 32%
motilità in situ 18%
forme normoconformate 6%

Ho parlato con un medico è mi ha detto che è difficile che ci sia una motilità progressiva 52% con forme normoconformate 6%.

Per questo ho voluto indagare più a fondo (nell’attesa di una seconda Icsi) anche su consiglio del dott. Benaglia (vecchio consulto on-line) che suggeriva:

“un controllo ecografico della prostata e delle vie seminali l'avrei fatto visto i ripetuti episodi di ipoposia (volume ridotto) per escludere fatti flofistici asintomatici a carico delle vie seminali distali che possano aver determinato una parziale ostruzione con relativo disturbo dello svuotamento.”

In pratica è successo che sono andato in due centri ecografia uno pubblico e uno privato e mi hanno quasi riso in faccia dicendomi che una ecografia transrettale alla mia età non si fa in quanto è praticamente improbabile qualsiasi problema. Rifiutandomi il controllo perché completamente inutile a loro avviso.
Domanda a) domanda cosa ne pensate?

Nel frattempo alla San Tommaso (visto che tanto i controlli li dovevo fare per la seconda Icsi in programma) ho chiesto di aggiungere agli ultimi due spermiogramma ulteriori analisi:

1° Spermiogramma 15 gg dopo quello dell’ICSI:
astinenza sessuale 3 gg
aspetto proprio
volume 1,4 ml
viscosità aumentata (++++)
fluidificazione irregolare
ph 7,6
concentrazione /ml 78.000.000
totale 109.200.000
motilità
alla II ora progressiva veloce 20%
discinetica 15%
alla IV ora progressiva veloce 15%
discinetica 15%
forme tipiche 16%
leucociti 950.000
emazia assenti
elementi linea germinativa alcuni
cellule di sfaldamento alcune
zone di spermioagglutinazione numerose aspecifiche
bioch. Plasma seminale e sperm.
Fruttosio 278
Acido citrico 355
Carnitina 580
Esame colturale assenza germi patogeni

Domanda b) Cosa significa un valore di carnitina 580, quando il limite massimo è 500?



Infine ultimo spermiogramma, esame:
astinenza sessuale 3 gg
aspetto proprio
volume 2,3
viscosità aumentate (++)
fluidificazione irregolare
ph 7,8

concentrazione /ml 78.000.000
totale 179.400.000

II ora
motilità progressiva veloce 20%
progressiva lenta 10%
discinetica 25%

IV ora
Progressiva veloce 15%
Lenta 15%
Discinetica 20%

Morfologia:
tipiche 28%

leucociti 1.150.000
emazia assenti
elementi linea germinativa alcuni
cellule sfaldamento alcune
spermioagglutinazione alcune aspecifiche

MAR TEST DIRETTO
Agglutinazione su liquido seminale positivo 26% (coda – collo)
(avverto che le ecografie fatte all’apparato genitale non hanno trovato pbl rilevanti a detta degli medici)

Esame colturale (ABG)
Assenza germi patogeni

Domanda c) è grave la situazione dei leucociti e del mar test? Si può risolvere, e se trascurata? Anche in vista dell’icsi a brevissimo? Da cosa potrebbe dipendere?

Ultima domanda d)
Mi sono fatto un’idea che la mia fertilità c’è senz’altro ed al momento non ho avuto un figlio solo per l’età della mia compagna (3,5 anni e mezzo di tentativi) ora ha 41 anni e se forse non lo avremo insieme è solo per l’età sempre di lei.
Ho letto che un esperimento medico è stato quello di provare a fare concepire 281 uomini per 6 mesi con 2,5 milioni di spermatozoi mobili per millilitro di eiaculato (esperimento svolto da un certo Jerome H. Check, endocrinologo) con donne con qualche fattore che normalmente inibisce il concepimento. E’ successo che il 22% di queste coppie hanno concepito.
Cosa ne pensate? Non è che ci sia un po’ troppo catastrofismo e disinformazione sull’argomento? Inoltre noto molto pressappochismo nell'analisi dello spermiogramma, nel senso che visto che è così variabile (vedi mio caso) e così mal eseguito (credo in generale) che ha una attendibilità molto bassa. Ditemi ad es. chi porta lo sperma in un contenitore termos a 37 gradi (compreso io) e il laboratorio che lo conserva da subito in tale maniera prima di analizzarlo dopo 2 ore. Certo che la motilità poi cala! Che ne pensate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

credo che nel momento che lei , saggiamente,ha accettato l'ipotesi di sottoporsi a procedura ICSI, tutte le sue considerazioni siano solo degli "sterili esercizi mentali" senza alcun significato pratico
cari saluti
[#2] dopo  


dal 2015
In parte può essere il tutto uno sterile esercizio mentale, solo se si considera la propria vita in funzione solo del prossimo e forse ultimo Icsi programmato, ma non è detto sia per tutti così.
Credo che oltre a problemi riproduttivi nell'uomo ci siano a volte anche problemi esistenziali e di coppia che secondo me possono essere affrontati solo nella consapevolezza della propria situazione di salute (andrologica o altro che sia).
Mettiamo il caso (forse non è così) che volessi tantissimo un figlio e l'Icsi fallisse, non dovrei secondo lei sapere o no se sono in condizioni di riprodurmi per decidere eventualmente e consapevolmente sulla mia relazione?
Se ho un problema a questo punto personale, se fosse possibile essere curato, se sono sterile quanto, perché da quanto ho capito non è che una persona salvo rari casi è del tutto sterile o del tutto fertile, ci sono innumerevoli situazioni intermedie.
Le assicuro veramente che le mie analisi non me le ha interpretate proprio nessuno con precisione fosse la scienza andrologica una scienza astratta.
Capisco solo che tutto non si è scientificamente capito ma il paziente per me avrebbe diritto sempre di sapere con almeno una certa approssimazione per quanto possibile anche la propria situazione personale e non avere solo riferimenti assoluti a quella di coppia.
Altrimenti per assurdo si direbbe che è sterile una donna che è sposata ad un uomo senza spermatozoi e viceversa che è sterile un uomo che è sposato ad una donna che non ha più l'ovulazione.
Spero che il mio commento non sia troppo diretto ma faccia capire il mio punto di vista sulla questione, fermo restando che il concepimento è un atto d'amore, l'individuo deve essere consapevole al 100% sulla propria salute.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non so se posso riuscire a rispondere ai suoi dubbi e domande.
Diciamo che la valutazione e trattamento della fertilità è un esercizio abbastanza complesso.
Si tratta di "capire" il maschio, di "capire" la femmina, di "capire" la coppia e di "capire" le modalità sessuali e riproduttive della coppia e di "capire" spesso anche l'ambiente di vita e relazione.
Di ogni elemento ci sono variazioni diverse spesso mal interpretabili ed influenzabili.
Non sono dati "matematici" e quindi ci possono essere situazioni in cui la abilità, la conoscenza, l'esperienza del Medico possono permettere di andare ad analizzare alcuni aspetti piuttosto che altri ed ottenere risultati positivi mentre la valutazione del "tutto" e la terapia del "tutto" possono portare solo ad un enorme dispendio di energie, tempo, aspettative emotive, stress relazionale.....magari senza ottenere risultati concreti.
Quindi non discuto la sua corretta richiesta di conoscere la sua personale situazione e potenzialità riproduttiva.
Volevo solo intendere che in un Forum medico ( richieste veloci, risposte sintetiche) è abbastanza difficile, se non presuntuoso, voler affrontare aspetti diciamo "filosofici" delle problematiche mediche
Cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Salve,
come le avevo già risposto nel precedente post l'indicazione alla ICSI è assolutamente corretta in particolar modo per l'età femminile.
LA presenza di un numero di leucociti elevato e la positività al MAR test sono eventi correlati. Tra le poche cause di posititva al MAR ci sono infatti le flogosi delle vie seminali!!.
Sul fatto che sia inutile l'ecografia prostatovescicolare transrettale nel maschio dispermico non commento neanche.. (ci sono delle "Linee Guida" per la valutazione del maschio dispermico). Certo alla sua età è altamente improbabile il cancro della prostata ma infatti l'indicazione erà di natura completamente diversa.
LA positività al MAR comunque non è più modificabile ma lo è la presenza di leucospermia che andrebbe risolta prima della ICSI.

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
alla luce degli esami del liquido seminale che acclude, credo che la Sua intuizione circa i problemi di concepimento che con la Sua compagna state avendo, sia forse la più corretta.
Condivido per il resto quanto sostenuto nella Sua risposta dal Collega BENAGLIA.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  


dal 2015
Gentili dottori vorrei un ulteriore commento sulla mia positività al Mar nell'attesa di andare al centro dove faremo l'Icsi, credo a giugno.
La risoluzione della presunta flogosi vescicolare può eliminare o ridurre la concomitante reazione autoimmune scatenata dalla flogosi stessa?
Mi pare di capire di si.
Tra l'altro credo che la mia positività sia delle peggiori. Il limite della positività è 20 io ho un valore di 26. Ed il discorso dei leucociti alti mi pare di intuire sia correlato quindi la soluzione di quest'ultimo dovrebbe ridurre la reazione autoimmune.

Inoltre visto che (vi assicuro) si sono rifiutati in due centri di farmi alla mia età l'ecografia transrettale e non sono dell'intenzione di andare a richiederla nuovamente, salvo me lo consigliaste fortemente voi. Vi chiedo appunto quanti rischi ci sono alla mia età di una occlusione delle vescicole seminali per i problemi presunti qui sopra? Immagino poche o nulle tra l'altro facilmente autodiagnosticabili (riduzione completa o quasi nell'eiaculazione).

Se fosse giuste le mie intuizioni nel Centro Infertilità dove andrò per l'Icsi immagino mi daranno una terapia farmacologica e chiuderò così la faccenda evitando ulteriori indagini, visti i rischi di cui sopra che credo molto bassi.

Io sarei arrivato a questa conclusione, ma vorrei un vostro nuovo parere, avendo attenzione si alla salvaguardia futura della mia potenziale fertilità ma anche consigliandomi o meno analisi fastidiose che potrei magari evitare se il loro esito sia da quanto sopra già fatto abbastanza chiaro.
[#7] dopo  


dal 2015
alla fine abbiamo ripetuto l'ICSI e mia moglie ha avuto un bimbo ieri bellissimo e sanissimo a 42 anni!
forse siamo stati fortunati probabilmente (sentendo i vari consulti di persona) per l'età di mia moglie, ma meglio così.
vi ringrazio a tutti, in particolare ho avuto modo di conoscere Diego Pozza e quindi lo ringrazio in particolare.