Utente 146XXX
Salve,
avrei bisogno di un Vostro consiglio. Dagli esami fatti finora mi è stata diagnosticata una forma AZOOSPERMIA NON OSTRUTTIVA
Nello specifico l'andrologo che ho incontrato a Catania scrive:IPOTROFIA BILATERALE DEI DIDIMI E VARICOCELE DI SECONDO GRADO A SINISTRA . Dall'ecodoppler eseguito è risultato un varicocele di II grado nel testicolo sinistro, ma lui sostiene che, comunque, sia inutile toglierlo, dato il valore dell'FSH (9) che testimonia l'origine non ostruttiva del problema, oltre che l'ipotrofia bilaterale dei didimi.
Consiglia di ricorrere alla TESE + ICSI e si aspetta un 30% di probabilità di trovare spermatozoi.
Leggendo su Internet, però, mi sembra di capire che esista anche una tecnica chiamata MICROTESE, le cui percentuali di successo sono decisamente più alte, oltre ad un post operatorio più breve e ad un sacrifcio di minor porzione di polpa testicolare, che permetterebbe di avre meno disagi successivamente in termini di produzione di testosterone.
Dove eseguono tale tipo di intervento in sicilia? e quale centro d'eccellenza mi consiglia??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

a dispetto della sua prima impressione ho la sensazione che il suo andrologo sia aggiornato e ben informato.

Per quanto riguarda poi la micro-TESE, se fatta secondo i protocolli originali, non permette di risparmiare più "polpa testicolare" ed il post-operatorio ha andamenti molto simili se non analoghi ad una tradizionale TESE ed anche le complicanze hanno una percentuale di insorgenze molto simile mentre la percentuale di recupero di spermatozoi sembra essere più alto di circa un 10-15%.

Detto questo il mio consiglio, se desidera avere un indirizzo preciso, è proprio quello di riconsultare il suo andrologo ed anche il suo medico curante.

Se desidera comunque poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=19850 (per un'informazione generale) e

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=68483 (in particolare sulla microTESE) .

Un cordiale saluto.