Utente 146XXX
salve! sono una ragazza di quasi 23 anni e sono quattro mesi che sto cercando di curare una sciatalgia resistente.dolorosa, ma non troppo. ho fatto molte cure e nessuna mi ha dato dei risultati, fatta eccezione di alcune iniezioni, che però mi hanno provocato palpitazioni e all' auscultazione l' insorgenza del terzo tono. dopo questo evento sono stata soggetta a palpitazioni durante momenti di stress ( e io sono molto ansiosa). ora, sono 10 giorni che sto prendendo un farmaco (nixon da 8 mg) e da ieri ho le palpitazioni abbastanza frequenti, soprattutto dopo i pasti. devo interrompere la terapia oppure è solo un fattore ansiolitico? grazie anticipatamente! cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente, non è possibile rispondere in modo completo alla Sua domanda in quanto non ha indicato il nome del primo farmaco (le iniezioni) ed il secondo ("nixon") deve essere stato riportato in maniera scorretta perchè non risulta presente nel prontuario farmaceutico.
In ogni caso, posso anticiparLe che il riscontro del terzo tono è molto frequente nei giovani adulti e non riveste di per sè caratteri di patologia.
Allo stato mi sento comunque di tranquillizzarLa sulla benignità dei sintomi che descrive.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
si, ha ragione. ho commesso un errore di battitura. il farmaco è noxon 8mg 1 compressa al giorno.
le fiale invece sono feldene 20mg/1 ml e orudis 100mg/2ml e ne facevo una la mattina e una la sera.
la ringrazio per la risposta!
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, i farmaci che ha assunto sono tutti "antiinfiammatori non steroidei" (FANS).
La tachicardia e le palpitazioni sono descritte come possibili effetti collaterali di questa categoria di farmaci, ma nella pratica quotidiana si osservano molto raramente.
Credo quindi che l'ansia abbia un ruolo predominante nella Sua sintomatologia, che all'apparenza non sembra avere rilevanza clinica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
quindi posso continuare la terapia tranquillamente?
grazie ancora per la risposta
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se la Sua preoccupazione è per le palpitazioni, senz'altro sì.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
grazie, grazie di cuore!
cordiali saluti