Utente 145XXX
Mio suocero ha 77 anni e recentemente gli è stata diagnosticata una valvulopatia aortica steno insufficienza moderata.Suggerimento del cardiologo è effettuare l'intervento chirurgico.Cercando di chiarirmi le idee mi è capitato di leggere che in un ospedale di Torino(dove vive) sono state effettuate delle sostituzioni della valvola aortica per via percutanea(metodo di Cribier).E' realmente meno invasivo e,principalmente, meno rischioso nel caso di un' anziano?E' facoltà del paziente richiedere questo tipo di intervento?Si può sapere a chi richiedere un consulto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
l'intervento è sicuramente meno invasivo, tuttavia la presenza dei requisiti necessari per effettuare tale tipo di intervento devovo essere valutati dall'equipe operatoria stessa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la cortese risposta che mi fornisce almeno la conferma che questo tipo di intervento è nella possibilità di un paziente come mio suocero. Grazie ancora.