Utente 146XXX
Gentili Professori buongiorno,siamo alla ricerca del secondo figlio da 4 mesi e a mio marito (35aa) già prima del concepimento del primo figlio (due anni fa) è stato trovato un varicocele di II grado con uno spermiogramma nella norma(tant'è che sono rimasta incinta)e quindi da non operare. Ora il varicocele è diventato bilaterale di II e III grado. Tre settimane fa si è sottoposto ad un altro spermiogramma effettuato in un laboratorio di analisi privato ( lo stesso in cui fu fatto quello di due anni fa) con i segg. risultati (molto simili per quantità, mobilità e qualità allo spermiogramma del 2008):
volume 5.1
concentrazione 18.6
conta totale 94.9
motilità dopo 60 minuti:
lineari velori 30%
lineari lenti 15%
movimenti lentamwente progressivi, discinetici o non lineari 15%
non progressivi 10%
immobili 30%
grado di progressione 2
inidice di motilità 340
vitalità nemespermica :
1h dopo eiaculazione 78%
9h dopo eiaculazione 32%
forme tipiche 63%
forme atipiche 37%
anomalie della testa 25%
anomalie del collo e del tratto intemedio 4%
anomalie della coda 4%
indice di teratospermia 1.5
L'andrologo che lo ha in cura, visti i buoni risultati, ha ritenuto opportuno non operare prima di vedere un secondo spermiogramma fatto una settimana fa ( quindi a distanza di 15 gg dal primo) ma, purtroppo, in un laboratorio di analisi diverso dal primo.
Ecco i risultati
volume 4.6
concentrazione 70
conta totale 322
motilità dopo 120 minuti:
lineari velori 10%
lineari lenti 10%
movimenti lentamwente progressivi, discinetici o non lineari 10%
non progressivi 0%
immobili 70%
motilità dopo 4 ore:
lineari velori 10%
lineari lenti 10%
movimenti lentamwente progressivi, discinetici o non lineari 10%
non progressivi 0%
immobili 70%
forme tipiche 60%
forme atipiche 40%
Diversi leucociti
Alcune zone di spermioagglutinazione
A questo punto vorremmo porVi delle domande:
1)Come è possibile avere valori cosi' discordanti a distanta di 10 gg? sappiamo che lo spermiogramma risente, piu' di altre analisi, del soggetto che lo esegue per cui ritenete che debba ancora rifarlo magari in un centro specialistico? Potete consigliarcene qualcuno a Bari?
2)Se fosse confermato il secondo risultato, l'esito è cosi' disastroso ai fini di un concepimento naturale? Consigliereste l'intervento di varicocele?
3)E' possibile che l'aumentata concentrazione compensi, sempre ai fini di un concepimento naturale, la piu' bassa % di spermatozoi mobili ( in numero assoluto sarebbero di piu')
4)In caso di intervento di varicocele è possibile tentare subito il concepimento o è necessario aspettare i canonici sei mesi? In altre parole il liquido seminale subito dopo l'intervento peggiora (per poi migliorare) tanto da rendere inutile ogni tentativo immediato?
5)La presenza di "diversi leucociti" implica infezione? Che vuol dire "Alcune zone di spermioagglutinazione"
Mi scuso per le numerose domande ma siamo molto confusi..help
Grazie mill

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,il presenza di una pregressa gravidanza,l'ottimismo dovrebbe essere la regola...Comunque,la notevole differenza tra i due spermiogrammi,
parzialmente giustificata dalla diversa analisi laboratoristica,nonche' la necessita' di ricorrere ad un eventuale correzione del varicocele,mi
porta a concludere che sia piu' saggio riferirsi all'andrologo di riferimento reale,purche' sia in possesso di un curriculum ricco di esperienza nel campo della fisiopatologia della riproduzione.I leucociti possono identificare uno stato infiammatorio,ma la coltura e' piu' significativa...Zone di spermioagglutinazione possono far riferimento a fenomeni immunitari...
Ci aggiornu in seguito,se ritiene.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Dottore,
la ringrazio per la celere risposta....
Faremmo volentieri riferimento al nostro andrologo se non fosse quasi impossibile contattarlo!!!! Infatti da quando abbiamo il referto del secondo spermiogramma non siamo ancora riusciti a mostrarglielo. Di nostra iniziativa abbiamo deciso di farne un terzo con annessa spermiocoltura per i quali sicuramente chiederemo un vostro gentilissimo parere appena pronti i risultati. Quello che ci premeva sapere era se il secondo risultato è da considerare "negativo" dal punto di vista del concepimento naturale e se, in caso di intervento, i sei mesi devono passare passare perchè il liquido seminale peggiora (rendendo vano ogni tentativo)o solo perchè non migliora (in questo caso, se il punto di partenza non è disastroso avrebbe senso continuare comunque a provare).
Grazie ancora i chiarimenti preziosi che vorrete darci.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non capisco perché debba dare per scontata la necessità di correggere chirurgicamente il varicocele.
Inoltre mi sembra molto singolare che lo stesso passi dal II grado monolaterale al III e II grado bilaterale...La decisione di ripetere lo spermiogramma,probabilmente, aumenterà la confusione,fino a che un andrologo esperto in problematiche legate alla fisiopatologia della riproduzione non prenda in mano le redini ponendo una rigorosa diagnosi e,principalmente,una motivata prognosi.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Dottore,
grazie davvero per il consiglio...
Potrebbe aiutarci indacandoci un nome accreditato a Bari?
Noi brancoliamo nel buio...
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ne parli con il ginecologo.La loro collaborazione é
fondamentale.Cordialità.
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Cara signora,

indubbiamente un liquido seminale che è riuscito a fecondare una donna di 35 anni potrebbe non essere in grado di fecondare la stessa donna a 37 anni.
La capacità degli ovociti ad essere fecondati diminuisce in maniera costante con il passare degli anni.
Per quello che riguarda la situazione seminale di suo marito direi che lo specialista andrologo dovrebbe valutare se sia il caso di consigliare terapie farmacologiche "di supporto" per migliorare la motilità e la capacità fecondante degli spermatozoi o se possa convincersi dell'effetto negativo del varicocele e, magari, consigliarne la correzione nella speranza di vedere migliorati i parametri della motilità e della capacità fecondante,
In un caso come il vostro non prescinderei dalla valutazione di un Andrologo a tutti gli effetti. A Bari ci sono
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille...
ieri abbiamo parlato con l'urologo/andrologo che lo ha oin cura per il varicocele e gli ha detto che anche il secondo spermiogramma non è male proprio in considerazione dell'alto numero di spermatozoi. Ci ha sconsigliato di rifare il test( proprio come ci aveva predetto il dott.Izzo) e ci ha detto che l'intervento di varicocele in un uomo di 35 anni e con un LS discreto come il suo , lui non lo farebbe, considerando anche la pregressa (tutto sommato recente) gravidanza e il fatto che i nuovi tentativi sono stati solo tre. Ha lasciato intendere che potrebbe anche non apportare significativi miglioramenti.
Detto questo io e mio marito avremmo deciso di consultare un andrologo specializzato in fisiopatologia della riproduzione per sentire una campana piu' autorevole. Tutto sta nel trovarlo...
Intanto mi premeva chiedervi se, stante tutto quanto da voi già premesso riguardo la "qualità" del mio ovocita, il LS di mio marito puo' essere considerato comunque,nel complesso, un buon liquido.
Grazie ancora per la Vs. disponibilità e comprensione
[#8] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ci aggiorni.In bocca al lupo!