Utente 331XXX
Gentili dott.,

da tempo ormai sto cercando di risolvere il mio tragico problema di eiaculazione precoce.

Dopo una visita da un ottimo andrologo e dopo l'esculsione di cause organiche mi è stato prescritto l'antidepressivo categoria SSRI 'seroxat' quindi della famglia Paroxetina.

Il seroxat si ritardava l'eiaculazione infatti con la masturbazione ho raggiunto tempi anche di 30 minuti quando i miei tempi normali sia di coito sia di masturbazione sono di 2 minuti ma anche solo dopo poche assunzioni (dopo 5 pillole) non riuscivo ad ottenere un'erezione normale con una ragazza perchè avevo perso ogni tipo di desiderio sessuale.

Ora io mi chiedo visto questi effetti del seroxat se potrei provare l'assunzione di altri SSRI che si ritardano l'eiaculazione ma non mi azzerano il desiderio impedendomi di avere una normale erezione.

Colgo l'occasione per ringraziare voi tutti che dedicate un pò del vostro tempo alle nostre domande.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che la cosa migliore da fare sia tornare < dall'ottimo Andrologo > che La segue clinicamente, facendo presente a lui l'effetto indisiderato connesso con la terapia prescritta.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Utente 331XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dott.,

ovviamente ho rifatto un'altra visita da quell'andrologo che mi ha consigliato altre vie come l'uso di creme EMLA.

Questa via però non mi porta ai risultati sperati per questo chiedevo maggiori infromazioni sull'uso degli antidepressivi come cura.
( Ripeto che il problema sarebbe risolto con il seroxat se non fosse per l'erezione.. )

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore la linea terapeutica seguita dal suo andrologo è quella giusta, ovvero quella che ormai tradizionalmente viene usata e che in genere da dei risultati accettabili anche a fronte di effetti indesiderati...proprio come nel suo caso.
Aggiungo dicendole che esistono altre possibili cure del problema con prodotti di nuova generazione che favoriscono la riabilitazione vascolare dei corpi cavernosi rendendo le erezioni più efficaci e durature con effetto benefico anche sull'allungamento dei tempi prestazionali, non hanno tuttavia effetti miracolistici nè influenzano il desiderio sessuale che lei deve ritrovare.
Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
Le consiglio vivamente di farsi seguire da un psicologo sessuologo.
Infatti se le visite urologiche escludono altri problemi (fren corto ad es)ritengo più utile una terapia psicologica alla sua età, che una terapia con antidepressivi.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
una volta sistemata la parte medica, attraverso un'adeguata cura farmacologica, sarebbe il caso, come ricorda il Dr Mallus, di effettuare anche una terapia psicologica, soprattutto vista la giovane età

Cordialmente

Daniel Bulla

dbulla@libero.it