Utente 126XXX
Gentili medici ,
sono un ragazzo di 33 anni,di sana costituzione e con i valori sanguigni ok, tranne una persistente infiammazione ed infezione.

Desidererei il vostro parere a riguardo di un problema che perdura DA TEMPO.
Da ormai 7 anni ,in seguito ad un duro colpo al testicolo dx è comparso un noduletto di circa 1,3 cm che dall'esito di ecografie fatte ogni 2 anni è sempre uguale e mai ingrossato E RISULTA LA NATURA TRAUMATICA.
Stessa cosa per i marker tipo ALFAFETOPROTEINA,BHCG O LDH, MAI ALTERATI e sempre nella norma.hO FATTO L'ULTIMA VISITA da un altro urlogo la scorsa settimana e ach'egli ha notato la natura traumatica prescrivendoi solo un decongestionante per la prostata.
Il problema è che quando cambia il tempo o quando faccio sforzi si infiamma fino a tirarmi un po' la gamba e darmi fastidi sopportabilissimi anche all'inguine.Ultimamente sento vampate di calore sporadiche a tutto l'apparato genitale fino all'ano e dal dolore ,ma sempre sopportabile arrivano a mancarmi le forze spesso.Quando urino mi brucia un po' e ho stimoli ferequenti.Penso che si sia infettata/infiammata tutto l'apparato uro-genitale.

L'ultima novità è stata l'oligoastenospermia dopo lo spermiogramma fatto per scrupolo in cui si vede una buona motilità e conformazione degli spermatozoi, ma sono sotto i 6.000.000 il chè è pochissimo rispetto ai minimo 20.000.000 che ci vogliono per una fecondazione.Lo scorso anno mia moglie pero' era rimasta incinta,ma la gravidanza si è fermata alla terza settimana.
Vorrei un consiglio su antiinfiammatori o terapie che utilizzate per l'occasione.......
GRAZIE TANTE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto mi farei dare una occhiata meglio, che 6 milioni di spermatozi poswsono dipendere da un sacco di cause: almeno 12, a volte sovrapposte. Raro che una forma infiammatoria arrivi così in basso. Sarebbe impèortante sapere quanti globuli bianchi ha nello sperma, che magari può esserci una qualche patologia osteomuscolare. Un aborto entro la 12 settimana (cioè entro il terzo mesi) potrebbe anche indicare una alterazione degli spermatopzi e/o degli ovociti.
Pertanto mi pare che lei abbia situazione ben complessa, cui non è opossibile daterapia via e.mail, ma solo consultamndo esperto andrologo in patologia della riproduzione.
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dott. Cavallini,
intanto la ringrazio per la risposta.

Ho qui davanti lo spermiogramma fatto pochi giorni fa e non trovo la voce che riguarda la quantità di globuli bianchi nello sperma.Forse occorre la SPERMIOCOLTURA?
Lei mi dice che un infiammazione non puo' abbassare cosi' di molto la quantità di spermatozoi,ma purtroppo ,per malcuranza da parte mia è troppo tempo che mi porto avanti questa infiammazione/infezione.........

Per quanto riguarda poi le vampate di calore ai testicoli ed ano secondo lei non sono riconducibili ad infezioni, visto che ultimamamente ho visto che anche i miei tempi di eiaculazione si sono ridotti e sento spesso bruciore nel canale urinario e zone interne circostanti l'inguine ?

Le confesso comunque che al momento ,anche se con mia moglie cerchiamo un figlio,la priorità l'ho data al fastidio che mi provoca il noduletto al testicolo e queste vampate di calore cdon giramenti di testa.

Ho fissato un appuntamento con un ANDROLOGO della zona per la prox settimana.

Intanto attendo nuovmante il suo parere quando ha tempo e quello di altri gentili specialisti.

GRAZIE TANTE
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
un esperto collega le piglia quattro piccioni (noduletto, vampate, alterzioni spermatiche, e bruciori) con una fava. (visita) e qualche favetta (controllo). faccia sapetre se vuole.
[#4] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore,
certamente le farò sapere.......
Nelle precedenti mie risposte ero cosi' disperato per gli stati di stanchezza e giramenti di testa che avevo da richiedere addirittura cura per e-mail.So chè è una pazzia.
Ora sono piu' tranquillo ,dopo molte discussioni intrattenute con medici generici e molte ricerche fatte in merito sono arrivato alla conclusione, e forse l'andrologo me ne darà atto, che il tutto è riconducibile ad una prostatite.

Analisi del sangue che segnano una leggersa infiammazione,calore alla zona ano-genitale, oligoastenoaspermia,senzo di stanchezza con giramenti di testa,fastidi che aumentano se sto troppo seduto in una data posizione,tempi di eiaculazione diminuiti e bruciori dopo la minzione o dopo l'eiaculazione,leggeridolorini a tutto lostomaco e inguine,muco nelle feci dovuto alla colite,dal basso della mia ignoranza medica li ho tutti ricondotti alla prostatite......non so lei cosa ne pensa.
Oggi le scrivo piu' tranquillamente che sto meglio, ho eliminato le poche sigarette che fumavo,il caffè e sto meno seduto al pc .....cmq dallo specialista ci vado lo stesso.
Tanto credo che con quuesto noduletto al testicolo che mi porto da oltre 5 anni, se era un qualcosa di maligno oggi non sarei qui a scrivere questo post.
Intanto la ringrazio tanto,anche una sua semplice risposta mi è giovata a star meglio.
A presto
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Senza voler entrare nel merito di una diagnostica via e.mail, direi che prostaite è la diagnosi più probabile. Ora mi permetta un "psitolotto" anche in relazione al fatto che questi post vengiono letti dal pubblico: tranquillo ci siamo noi andrologi e queste codsre le risolviamo, a 33 anni è quasi (consenta il quasi) la regola. Pertanto prima di disperare senta un collega.
[#6] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Certo dott. Cavallini che ci siete voi andrologi a risolvere questo tipo di problema, ma sa......purtroppo i sintomi di sbandamento e quant'altro erano a me nuovi per questo mi sono preoccupato e molto pure!!!.

Ora sto prendendo della bioarginina 3 volte al di, scrittami dal medico generico e degli asntiinfiammatori tipo flaminasi se non ricordo male, però ,entrando proprio nello specifico,anche il mio dottore di famiglia mi ha fatto preoccupare dicendomi testuali parole:

"Hai preso l'unidrox per 5 giorni, quindi se fosse stata una prostatite ti sarebbe passata"
,tuttavia vedo un po' in giro sui siti e sui libri di medicina che la PROSTATTITE tocca bombardarla con antibiotici e antinfiammatori piu' di 5 giorni, e soprattutto cambiare lo stile di vita ed alimentare,e soprattutto dare una sferzata ,anche psicologica alla psiche preoccupata del paziente, per questo non mi è passavano i sintomi!!

Ora come le dicevo sto prendendo la bioarginina ,ma le confesso che sento all'interno del mio corpo stesso delle incongruenze.........mi spiego meglio:
ad ogni flaconcino che prendo sento prioprio i testicoli in fermento......per dirla breve è come dopo aver avuto un rapporto e quindi c'è' la conseguente formazione di sperma, solo che giustamente all'intero dei miei testicoli c'e' una infezione,e questa la sento per il calore he spesso sento dall'ano fino al pene ,per cui i nemaspermi penso che in queste condiioni non campino molto.
Poi a quanto mi hanno detto e leggo,al prostata è una ghiandola che produce un liquido che da vita e nutrimento agli spermini,per cui se questo non viene prodotto con i giusti parametri.....non serve a nulla.
Cosi' ormai prima di continuare a prendere la bioarginina preferisco farmi passare l'infezione.........
Si trova daccordo con le idee che mi sono fatto?
garzie ancora
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
bastassero 5 gg di un vchinolonico a far passare prostotite. Saremmo disoccupati. Aspettiamo visita per il resto è tutto lecito: la bioarginina mal che vada non fa nulla.