Utente 146XXX
Salve dottori, scusandomi per il disturbo espongo velocemente il mio problema.
Sono una ragazza di 26 anni freddolosa, tanto tanto freddolosa, mi sono state fatte tutte le analisi ma pare che clinicamente non ci sia nulla che provoca questo mio sentir freddo. Essendo freddolosa sono sempre appiccicata ad ogni fonte di calore. Camino e sfufa praticamente (e purtroppo letteralmente) sotto le gambe, questo ha provocato che la pelle delle gambe credo si sia bruciata.
E' infatti dallo scorso anno che mi sono comparse delle macchie nere, abbastanza avidenti. Il dottore mi ha detto di non preoccuparmi che erano dovuti al calore e con l'estate e con il mio stare lontano dal calore sarebbero prima sbiadite e poi scomparse. Non sono andata neppure al mare questa estate per non far prendere il sole (e anche perchè mi vergognavo, visto che esteticamente sembra che ho le gambe-coscie interne e dietro sporghe da anni) ma sono sbiadite ma non scomparse. Quest'anno inverno, freddo di nuovo, sto cercando di moderarmi, ma le macchie sono diventare più scure e sento dolore, come mi avvicino la stufa sento dolore nelle parti della gambe dove la pelle è più scusa.
Cosa mi è successo? cosa mi consigliate di fare? in più il 70% dei peli delle gambe si sono incarnite, favorendo dei foduncoli rossi, e rendendo impossibile sia fare la ceretta (mai fatta, ho sempre usato le lamette per uomo essendo chiara di pelle ho fortunatamente anche pochi peli chiari che si levavano via con un semplice giro di lametta)
cosa devo fare per risolvere questo problema?ma è un problema o realmente come ha detto il dermatologo passerà..chi sa quando mi chiedo io adesso, visto k è passato un anno è vanno a peggiorare.

grazie mille per l'ascolto.
e scusate il disturbo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Esiste una dermatite "da scaldino" di vecchia memoria , che viene ricondotta al danno termico subito dalla cute a contatto con la fonte di calore.
in genere per autorisoluzione (una volta rimosse le cause),oppure con l'aiuto di opportune terapie locali (vada dal dermatologo)il problema si va a risolvere.
Torni a visita.
Cordilaità
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
dottore la ringrazio moltissimo per la gentile risposta. Allora mi conviene andare dal dermatologo al più presto mi sa. Grazie mille di cuore