Utente 328XXX
Buogiorno. Ho 55 anni e da 10 anni soffro di disfunzione erettile.
Manifestazioni: sensibilita' tattile sul pene diventata quasi nulla, libido molto bassa, nessuna erezione notturna, erezione mai completa stimolata manualmente all'inizio del rapporto con la partner. Durante il rapporto non sento alcuna stimolazione e nell'arco di un minuto il pene si affloscia. Arriva comunque la scarsa eiaculazione. Il viagra ha fatto un modesto effetto solo la prima volta, poi basta.Il Cialis non funziona. Anche delle iniezioni sul pene praticate dal dottore hanno avuto scarso esito. Assumo farmaci per il controllo della pressione alta (seles beta e norvasc). Ho consultato due andrologi, ho eseguito le analisi che hanno dato valori nella norma (testosterone, doppler sui vasi sanguigni del pene, ecc.). Ho fatto diverse sedute da una sicologa, inutilmente.
Cosa posso fare? Quale medico posso ancora consultare?
Grazie mille per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ovviamente un Andrologo! Che si avvarrà dell'aiuto di un Cardiologo (quella terapia anti-ipertensiva va assolutamente modificata), di un Internista (diabete mellito? Altre patologia associate?) e di uno psico-sessuologo. Non vi è altro da fare, Le assicuro.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

credo che un andrologo possa valutare il suo caso con esami abbastanza semplici quali un ecocolordoppler penieno magari una registrazione notturna delle erezioni (ma se non possibile non sarebbe un dramma !), magari approfondendo i dati ormonali ( Testosterone libero ?) per capire il motivo della sua disfunzione erettile o per lo meno per poterle suggerire i rimedi opportuni.
Mi creda, oggi siamo in grado di risolvere quasi tutti i problemi di Disfunzione erettile, si tratta solo di poter trovare la modalità risolutiva che possa essere accettata e condivisa dal paziente.
A mio parere non vedo effetti negativi della sua terapia antipertensiva che viene seguita da numerosi pazienti senza avere particolari problemi di Disfunzione Erettile
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

credo che un andrologo possa valutare il suo caso con esami abbastanza semplici quali un ecocolordoppler penieno magari una registrazione notturna delle erezioni (ma se non possibile non sarebbe un dramma !), magari approfondendo i dati ormonali ( Testosterone libero ?) per capire il motivo della sua disfunzione erettile o per lo meno per poterle suggerire i rimedi opportuni.
Mi creda, oggi siamo in grado di risolvere quasi tutti i problemi di Disfunzione erettile, si tratta solo di poter trovare la modalità risolutiva che possa essere accettata e condivisa dal paziente.
A mio parere non vedo effetti negativi della sua terapia antipertensiva che viene seguita da numerosi pazienti senza avere particolari problemi di Disfunzione Erettile
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Anche a mio parere la figura specialistica da interpellare nel caso descritto è proprio l'andrologo,che le prescriverà una serie di indagini di apporofondimento.
COrdiali saluti,
dott Daniele Masala.