Utente 381XXX
Salve dottori, da 10 giorni a questa parte mi è capitato una cosa davvero strana e mai successa fino ad ora. Soprattutto sulla zona pubica e qualche volta sul braccio mi sono comparsi dei puntini sul marrone scuro. Le prime volte non ci facevo caso e le rimuovevo facilmente, fino a che questi puntini aumentavano e diventavano sempre più duri da rimuovere,quasi si incollano alla pelle. Un giorno mi sono fermato ad osservarli dopo averli rimossi e mi sono accorto che sono dei microscopici insetti a forma di ragno che dopo averli rimossi si continuano a muovere ma non volano e si attaccano soprattutto ai peli. Ho incominciato a rimuoverli tutti e però dopo un giorno si ripresentavano. Da premettere che non mi davano fastidio, ogni tanto solo mi grattavo e dopo averli rimossi non rimaneva nessun buco o roba simile.
Sono un ragazzo di 29 anni e frequento molto le piscine e le palestre, ho una igiene intima quasi maniacale e ultimamente ho cambiato partner sessuale! Che cosa potrebbero essere e dove li posso aver presi?Spero non siano pidocchi.
Grazie mille per le vostre eventuali risposte.

Distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
9160

Cancellato nel 2008
La diagnosi credo l'abbia fatta da solo:si tratta di pediculosi pubica.Non e' infrequente che possa averla contratta in piscina o in palestra.Tuttavia le consiglio di recarsi dal medico curante o da un infettivologo che sapra' suggerirle i preparati farmaceutici (schiume,shampoo) atti ad eliminarli.

Cordiali saluti
Dott.Antonino Restuccia
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Ho scoperto che anche un amico di un altro mio amico ha avuto la stessa cosa. Lui si è raso a zero i peli pubici e ha usato una crema che si chiama locoidon. Pare ora abbia eliminato il problema. Anche lui frequentatore di piscina. Il solo tagliare i peli pubici può risolvere il problema? Quella crema a cosa servirebbe?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
9160

Cancellato nel 2008
E' consigliabile l'uso di crema di permetrina al 5%.Anche le persone che sono a contatto con lei debbono sottoporsi al trattamento.E' necessario non condividere pettini,spazzole,cappelli, sciarpe ed indumenti.Lenzuola,vestiti,indumenti intimi debbono essere sottoposti a bollitura.

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

senza la diagnosi dermatologica è impossibile suggerire alcunchè.

nonostante lo phtirus pubis sia indicativamente un orientamento corretto, non può essere vincolante nessuna diagnosi e nessuna terapia senza una visita diretta, che le consiglio di fare in tempi rapidi, dal suo dermatologo di fiducia.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#5] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2004
Grazie per la tempestiva risposta. Però vorrei capire una cosa:ammettiamo che fossero pidocchi vorrei capire dove li ho presi.E' possibile prenderli a contatto con l'acqua della piscina? Oppure nelle docce come è possibile prendere i pidocchi se questi non volano?Ho letto che i pidocchi si trasmettono solo per stretto contatto. Nell'ultimo mese con la mia partner ho fatto sesso in macchina. E' possibile averli presi li, magari i sedili della macchina erano sporchi? In definitiva i pidocchi come nascono? Ma se li ho presi io doveva prenderli anche lei? Infine perchè nascono i pidocchi, in paritcolare quelli del pube, cioè da dove originano?
Grazie ancora per la vostra disponibilità.
Distinti saluti