Utente 279XXX
Mi è stata diagnosticata una ernia inguinale localizata nella zona basso inguinale destra. Mi ero accorto del problema notando un lievissimo rigonfiamneto nella zona bassa destra del pube a livello del pene, circa due mesi fa. Ho notato però che il rigonfiamento si è accentuato ed è oggi decidamente visibile. Inoltre in occasione di leggeri sforzi (colpi di tosse, evacuazione ecc.) la parte si gonfia sensibilmente ed avverto un movimento verso il basso delle viscere che spingono decisamente in quella zona. Sono in attesa di essere convocato per l'intervento che il chirurgo mi ha confermato essere di semplice esecuzione. Sono però confuso sui tempi di recupero. Mi chiedo dopo quanto tempo potro riprendere almeno un'attivita motoria norrmale, se il rigonfiamento sparirà del tutto e soprattutto se dopo l'intervento non dovrò sopportare limitazioni fisiche. Ringrazio anticipatamente per le informaazioni che potranno essere fornite, che mi permetteranno di affrontare l'intervento in modo più tranquillo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Premesso che è fortemente riduttivo definire "semplice" un intervento chirurgico (tuttalpiù poco complesso), le tecniche di riparazione attualmente impiegate consentono una ripresa delle normali attività nel giro di tre-cinque giorni. Gli sforzi più pesanti e le attività sportive richiederanno un'attesa di circa quaranta giorni.
Dopo l'intervento non dovrà subire alcuna limitazione.
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le info e per i consigli.