Utente 146XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni, in pochi passaggi cercherò di spiegare il mio problema.
L’anno scorso gennaio ,febbraio ho beccato la Mononucleosi, da li tanti disturbi da dolori addominali a stanchezza ecc.
Il problema più serio che ancora non ho superato riguarda il pene. Nel periodo della mononucleosi notavo che quando urinavo avevo del bruciore e anche una comparsa intorno al prepuzio di arrossamento e poca erezione.
Da li, il mio medico di famiglia mi ha dato 3 confezioni di antibiotici sia per curare la Mononucleosi che il bruciore nell’urinare.
Il problema sembrava attenuato periodo Marzo – Aprile, nel mese di Giugno di nuovo comparsa del prepuzio arrossato , in pratica nella punta del pene si trovava della pelle molliccia per capirci.
Il periodo che andava da Giugno a Settembre è stato caratterizzato da gastrite e forti dolori addominali, che possibilmente dovuti a tutti gli antibiotici che ho preso nel periodo della mononucleosi, nel frattempo il problema al pene persisteva, ho provato diverse creme tra cui meclon che mi ha scritto il mio medico curante, sono andato anche dal venereologo che mi ha scritto delle creme contro la candida ecc, ma nessun risultato utile, il problema maggiore a parte il fastidio , che si accentuava quando si arrossava all’interno del prepuzio.
Nel periodo ottobre – Novembre , ho fatto gli esami delle urine, e hanno trovato presenza di muco, il mio dottore mi ha scritto un prodotto che viene usato dopo gli interventi alle vie urinari , un disinfettante erano 2 bustine.
Ho ripetute le analisi dopo un mese nei primi di gennaio e dalle urine non risultava niente, tutto nei limiti.
Il problema che mi fa preoccupare di più di tutta la storia a parte l’arrossamento del prepuzio, sono i problemi di erezione , infatti il glande gonfia però non diventa rigido, da qui problemi nella penetrazione.
Ho fatto un’ auto valutazione ho notato che quando mangio delle cose un po’ elaborate tipo pizza , noto che ho problemi allo stomaco , gas e stomaco in subbuglio e arrossamento all’interno del prepuzio.

Tutto ciò può essere dovuto da cosa?
Il problema della non rigidità del glande , può essere dovuta dalle conseguenze della mononucleosi o dagli antibiotici o da altro?
Spero in una vostra risposta.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile signore, la Mononucleosi è una malattia virale e non andrebbe curata con una terapia antibiotica,esegua un esame colturale per valutare la presenza di germi patogeni e/0 candida. La mononucleosi non dovrebbe influire sull'erezione , potrebbe avere un prostatite.
Le consiglio di recarsi da un andrologo per fare nuovamente il punto della situazione evitando automedicazioni.
Distini saluti
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta celere.
Ho già fatto l'esame colturale, nell'ultime analisi con esito negativo ho fatto anche il PSA con valori ottimali.
[#3] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Visto il mio caso, a chi mi devo rivolgere?
Urologo o Andrologo.
[#4] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Urologo andrologo è poco importante purche sia bravo.
[#5] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Il problema della non rigidità del glande , può essere dovuta dalle conseguenze della mononucleosi o dagli antibiotici o da altro?
[#6] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Salve, a distanza di un anno da quando ho scritto su questo forum, i problemi sia di erezione, allo stomaco ecc, ancora continuano, sono andato da un urologo ma mi ha detto ben poco , mi ha dato una crema da mettere sul pene per il rossore.
[#7] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Credo che sia opportuna una valutazione andrologica .
Distinti saluti