Utente 146XXX
Gent.li Dottori,
mio padre 54 anni ha un problema alle carotidi.Da tempo è in terapia con Eskim 1000 a causa del valore di trigliceridi abbastanza alto (in famiglia sono in tanti ad avere questo problema). Due anni fa ha avuto un episodio di T.I.A. (disartria), in seguito al quale ha scoperto di avere delle stenosi che, a detta degli specialisti, erano poco significative. Successivamente ha assunto oltre a eskim, la cardioaspirina e il totalip ma, purtroppo, non ha smesso di fumare. Pochi mesi fa l'esito dell' ultimo ecocolordoppler ha messo in luce una situazione alquanto negativa tanto che il chirurgo vascolare da noi consultato ha deciso di operarlo indipendentemente dagli esiti dell' angio-tac e della TAC cerebrale che fra qualche giorno dovrà fare. A tal proposito vorrei sentire altri pareri e pertanto riporto l' esito dell'ultimo ecocolordoppler dei vasi sovraortici: " a dx placca ad ecogenicità mista, prevalentemente ipoecogena, a superficie regolare, a dislocazione eccentrica all' origine dell' ICA, non emodinamicamente significativa (PSV con angolo corretto a 50 gradi: 134 cm/sec, stenosi 60% circa); a sn placca ipoecogena, di natura lipidica, ad ecostruttura omogenea, a superficie regolare, con PICCOLA ULCERAZIONE, a dislocazione eccentrica all' origine dell' ICA, emodinamicamente poco significativa(PSV con angolo corretto a 54 gradi: 146 cm/sec; stenosi 65% circa) " . Grazie anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Massimiliano Zaramella
24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent.ma Utente,

la presenza di una placca carotidea complicata (nel suo caso con presenza di ulcerazione), soprattutto con sintomatologia specifica consensuale (disartria quindi consensuale alla carotide interna sinistra), spingono l'indicazione chirurgica anche per placche poco o non emodinamicamente significative.
Un cordiale saluto,
massimiliano zaramella
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo Dr. Zaramella,
la ringrazio per la celerità con cui ha risposto, mi conforta sapere che esistono persone come lei disposte, nonostante gli innumerevoli impegni, a dedicare gratuitamente un po’ del proprio tempo libero agli altri. Grazie di cuore, adesso sono convinta che la strada dell’ intervento chirurgico è quella più giusta anche se non le nascondo di avere una gran paura. Distinti saluti