Utente 146XXX
Ripropongo quesito non riuscendo a capire se altro consulto sia stato accettato:

Buongiorno, scrivo per un consiglio sul caso di mio papa' di 72 anni in cura a Milano:
Nov. 2008: Diagnosi melanoma a diffusione superficiale, in fase di crescita verticale Liv III spessore 2,5 mm con modesto infiltrato linfocitario peritumorale, intratumorale scarso (brisk).
Dic. 2008 : Asportazione 2 linfonodi sentinella - 1 linfonodo indenne - 1 linfonodo con micrometastasi (0,55mm)
Genn. 2009: svuotamento cavo ascellare 22 linfonodi. Referto: Istiocitosi dei seni ed iperplasia follicolare reattiva nei linfonodi
Marzo 2009: Visita oncologica: Non si ritiene di intervenire con Interferone, vista l'eta' e il minimo interessamento linfonodale.
Maggio 2009: Tac torace-addome. A livello polmonare due millimetriche alterazioni nodulari non ulteriormente caratterizzabili in relazione alle esigue dimensioni. Meritevoli di rivalutazione nel tempo. Programmata tac dic. 2009
Nov 2009: Attacco epilettico. Rnm encefalo: 2 metastasi:3cm/< 1cm
Tac total body: Polmoni: Multiple immagini solide tondeggianti inferiori 1 cm: possibili lesioni ripetitive
Dic: 2009: rnm encefalo: riscontro di altre 2 piccole metastasi. Trattamento con Gamma Knife sulle 4
Formazioni
Genn 2010 : trattamento chemioterapico: deticene 400mg/die per 3 gg(3/4 cicli ogni 21 gg poi rivalutazione
Clinico strumentale.
Rnm encefalo: ridotte le dimensioni delle lesioni trattate con gamma knife: comparsa di V
lesione frontale 5mm (da ritrattare)
Genn 2010: secondo ciclo deticene: rnm comparsa di 6^ metastasi, ingrandimento
della frontale, invariate le altre ma con aumento di edema perilesionale della
piu' grande trattata con gamma knife.
Qualchegiorno fa i medici hanno deciso di sospendere la chemioterapia e di
affidare mio papa' alle cure palliative. 2 mesi di vita
Mi scuso se sono stato un po lungo: Ho cercato di illustrare nel dettaglio il caso. Siamo molto confusi e spaventati da un'evoluzione così veloce e inaspettata (i linfonodi dello svuotamento ci hanno detto essere indenni) ....secondo il suo autorevole parere quanto fatto e da fare appare corretto?? Ci sono cure alternative o sperimentali che vale la pena provare?
Ringrazio per l'attenzione che prestate.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

purtroppo il melanoma è una patologia tumorale assai imprevedibile: si segnalano quotidianamente casi con diffusione esplosiva e situazioni in equilibrio per anni. Quanto fatto sinora è corretto ma direi che si potrebbe tentare una nuova chemioterapia con fotemustina ed abbinarvi l'ipertermia.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Dottor Pastore innanzi tutto la ringrazio per la risposta.
Mio papa' gia' oggi ha difficolta' di deambulazione e lo abbiamo portato a casa per le terapie palliative....per l'edema viene somministrato soldesam 8 mg 1 fl al mattino + soldesam 64 gtt al pomeriggio...la cura di cui parla e' applicata qui a Milano? Dove? Sono grato per il suo interessamento.