Utente 234XXX
Gentilissimi medici, dal 2000 soffro di tachicardia notturna. Ho fatto due cardiogrammi sotto sforzo, due Holter, una decina di cardiogrammi e molte analisi del sangue. Tutto regolare. Alla fine del 2005, grazie a una amica medica, ho fatto una gastroscopia e mi è stata diagnostica un'ernia iatale. Mi dicono che la tachicardia è conseguenza di questa ernia. E' possibile anche se, di solito, mi corico 4 ore dopo la cena e quasi sempre se bevo del vino, specialmente bianco? Sonoquasi astemio quindi bevo una volta ogni 15 giorni, magari a una cena con amici. Di solito sogno di fare sforzi o corse e mi sveglio col cuore che batte forte e il fiato grosso.
Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gerardo Tropiano
24% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
ha mai effettuato il dosaggio degli ormoni tiroidei (FT3, FT4, TSH)?