Utente 870XXX
Gentili Dottori,
la prossima settimana dovrò sottopormi ad un intervento chirurgico per l'asportazione della tiroide e di un nodulo sospetto.
Ad accentuare il mio stato di ansia già alle stelle (è la prima volta che affronto un intervento chirurgico)si è aggiunta una forma di allergia acuta avuta circa tre settimane fa, curata con antistaminico e cortisone.
Purtroppo non so se questa allergia è stata dovuta a qualche alimento o all'assunzione di un antibiotico (terapia comunque completata tre giorni prima dalla comparsa dell'orticaria).
Ieri ho avuto il colloquio con l'anestesista, al quale ovviamente ho riferito dell'episodio di allergia, il quale mi ha prescritto l'assunzione di un atistaminico per quattro giorni prima dell'intervento.
Sono un pò preoccupata; posso stare tranquilla che la recente allergia e l'assunzione di antistaminico nei giorni immediatamente precedenti l'intervento non abbiano conseguenze con l'anestesia?
Grazie per l'attenzione e la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, stia tranquilla dal momento che ha riferito tutto all'anestesista. La terapia preoperatoria con antistaminico è una prassi in casi come il suo, e l'anestesista essendo a conoscenza dei fatti saprà come procedere.
In bocca al lupo e se vuole ci faccia avere notizie, ma sopratutto stia tranquilla!
Un saluto
[#2] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
Gent.ma Dott:ssa,
la ringrazio di cuore per le sue confortanti parole, spero di saper controllare l'ansia. Nel caso chiederò ai medici di poter prendere la sera prima dell'intervento qualche goccia di Alprazolam che al bisogno (molto raramente)assumo.
Senza dubbio Le darò notizie al mio rientro a casa, grazie ancora per la Sua disponibilità e sensibilità.
[#3] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottoressa,
Come promesso Le do mie notizie seppure con un notevole ritardo dovuto a problemi di collegamento internet nella mia zona.
L'intervento è stato eseguito da 15 giorni e , come da Lei rassicurato, è andato tutto bene anche per quanto riguarda eventuali problemi di allergie.
Le dico inoltre che, con mio enorme stupore, sono stata veramente tranquilla.
Io mi sento abbastanza bene, anche se ero convinta di riprendere presto la mia abituale quotidianità, ma mi sto rendendo conto che è questa la fase più faticosa dopo un intervento.
Il sintomo che maggiormente avverto in questi giorni è la stanchezza ed il "fiato corto". La prima la posso anche capire,ma questa sensazione di mancanza di fiato comincia a preoccuparmi. Può essere forse dovuta alla differente situazione anatomica dopo l'asportazione della tiroide? Infatti parlare e respirare mi affatica. Qualcuno mi dice che devo ancora "smaltire l'anestesia" (che significa?); il mio medico subito dopo le dimissioni dall'ospedale mi disse che probabilmente bisogna adeguare la terapia di Eutirox e quindi anspettiamo ancora qualche giorno per controllare i dosaggi ormonali. Lei può darmi un parere. La ringrazio e La saluto cordialmente.
[#4] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, sono contenta che tutto sia andato bene e lei lo abbia affrontato serenamente.
Per quanto riguarda la sintomatologia attuale, non sta smaltendo l'Anestesia (quella l'ha smaltita da tempo), bensì sta smaltendo l'intervento!
Un intervento chirurgico porta con se una dose di stress che non viene giustamente considerato, in più lei non ha più la Tiroide, ossia si trova in una condizione di ipotiroidismo chirurgico, che , come ha detto il suo medico probabilmente dovrà essere sottoposto ad aggiustamenti della terapia sostitutiva. Per cui si dia tempo, stia tranquilla e vedrà che tornerà in perfetta forma.
Un caro saluto
[#5] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
Come sempre è riuscita a rasserenare. Grazie ancora e buon lavoro.