Utente 128XXX
Salve,
Da molto tempo (svariati anni) ormai avverto un fastidio toracico generico. La sensazione è quella di pesantezza toracica (specie al centro del petto), ma non è un effettivo dolore. Dura generalmente svariate ore, in qualsiasi periodo del giorno, a volte anche la notte e in questo caso mi risulta più difficile del solito prendere sonno. A volte non avverto il fastidio per alcuni giorni, salvo poi ripresentarsi con una certa frequenza. Spesso diventano vere e proprie parestesie sia al petto che, un po’ meno, alle gambe (quasi a livello di “circolazione” sanguigna).
So che la descrizione è abbastanza generica ed è difficile con questi elementi individuare la causa del problema. Non a caso in questi anni non ho dato particolare peso al problema.
Tuttavia, al contrario dei mesi precedenti, negli ultimi mesi/settimane ho avvertito anche alcuni, per fortuna sporadici, episodi di forte dolore al cuore, senza correlazione col fastidio di cui ho parlato prima (compaiono in modo quasi “casuale”, indipendentemente da quello che sto facendo). Il dolore è forte e localizzato esattamente al centro del petto. La durata è breve (circa 10-15 secondi massimo), tranne un episodio di circa due mesi fa. Ero in macchina e il dolore si è presentato con dolore sempre più crescente per circa 2 minuti. Il dolore era talmente forte che ero in procinto di chiamare il 118, salvo poi sparire.
Frequento palestra 3 volte a settimana. Non avverto alcun impedimento durante l'attività fisica, nel senso di affaticamento o mancanza d'aria. Negli anni precedenti ho eseguito alcune visite cardiologiche, ECG e ECG da sforzo al cicloergometro, e non è stato trovato alcun problema cardiaco. L’unica sensazione è quella di pesantezza e forte fastidio al torace, accentuata durante l’attività fisica (ma, ripeto, senza effettivo affaticamento).
Vorrei sapere soprattutto quali sono gli esami più adatti per capire la natura del problema, eventualmente andando per esclusione. Ci tengo a sottolineare, come detto, che ho già eseguito svariati ECG e visite cardiologiche che non hanno evidenziato nulla (non avendo sensazione di affaticamento), pertanto penso occorra eseguire altre tipologie di esami, ad esempio, penso, ecocolordoppler. Attendo ovviamente un vostro gentile parere in merito. Vorrei andare a fondo del problema, anche con esami specialistici/approfonditi se gli esami più "comuni" non evidenziano patologie.

Ho 23 anni (quasi 24), non fumo, non bevo, non soffro di particolari patologie.
Grazie per la vostra disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La Sua richiesta è stata spostata dalla Cardiologia all'Ortopedia. Da Ortopedico però non ho molto da dire.
L'unica cosa che posso suggerire è una visita specialistica ortopedica per la colonna vertebrale dorsale, per escludere la presenza di discopatie a quel livello che possano causare una sintomatologia irradiata. La seconda cosa da escludere sono le patologie dei visceri contenuti nel torace: da quelle gastro-esofagee che possono dare problemi di dolore retrosternale, a quelle vascolari (aorta &C) a quelle polmonari.
Vedo dai post precedenti che ha il torace carenato; sinceramente non so quale ruolo possa avere nei Suoi disturbi, perché la cassa toracica (non facendo parte dell' Apparato Locomotre, che è l'area di competenza dell'Ortopedia) è di competenza del Chirurgo Toracico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Concordo con quanto consigliato dal collega Donati: mi sembra necessario cominciare da un approfondimento sull'apparato digerente, in quanto i Suoi sintomi (ed il risultato negativo degli esami cardiologici cui si è sottoposto in passato) fanno sospettare un reflusso gastro-esofageo.
Cordiali saluti