Utente 118XXX
Egregio dottore, io mi sono operato a fine settembre 2009 di un aneurisma aortico ascendente (senza sintomi), con sostituzione del tratto di aorta e della valvola, ora metallica. E' andato tutto bene. Però, subito dopo l'operazione mi è capitata una diplopia, durata alcuni minuti, che si ripresenta ogni tanto. Qualche volta (1 al giorno ma anche 1-2 alla settimana) mi capita un leggero giramento di testa, raramente associato ad indolenzimento di arti o, ieri, di formicolio improvviso al braccio e gamba destra, sparito in pochi minuti. Il cardiochirurgo, il cardiologo, l'oculista e il neurologo dicono che possono essere dei microtrombi o emboli formatisi nella valvola metallica. Nessuno si sbilancia però sul fatto se possano o meno essere pericolosi. Io ovviamente prendo il Coumadin, con INR di 2,45, e il Cordarone per 5 gg la settimana. Ogni tanto la diplopia compariva dopo aver bevuto un bicchiere di vino (di solito bevo solo acqua!), ma non so se è solo una coincidenza. Sono per caso a rischio di ictus o altro?
Ho 49 anni, sono alto 195 cm e peso 93 kg.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile utente, difficile dare una risposta... se la diplopia non dipende da un problema intrinseco dell'occhio (ed è l'oculista eventualmente ad evidenziarlo) può in effetti dipendere da alterazioni del sistema nervoso centrale, per es dovute a microembolie.
mantenga INR a valori lievemente più alti (intorno a 3,0-3,5), si controlli la pressione arteriosa (a volte una crisi ipertensiva causa diplopia) e si faccia fare un eco dei vasi epiaortici per escludere placche sulle carotidi (altra causa).
Riguardo l'assunzione cronica di cordarone, mi chiedo perchè debba continuare a prenderlo. Si faccia vedere da un cardiologo.
Cordiali saluti