Utente 147XXX
Salve sono un ragazzo di 21 anni, 2 settimane fa ho sentivo del fastidio in zona sacro-coccigea, qualche giorno dopo vidi un leggero rigonfiamento arrossato e lo liquidai come un brufolo in formazione, ancora dopo tovai delle secrezioni giallastre e pensai che il brufolo si era rotto e ignorai nuovamente il problema, tuttavia qualche giorno fa mi sono accorto (dopo averci sbattuto sedendomi forte) che c'è una neoformazione di colore scuro di diametro 5-6mm tra i 2 glutei (sempre in zona sacrale, in alto), tale formazione nn è dolorosa tranne se premuta esattamente sulla punta.
Sono andato dal medico di base, lui mi ha visitato e ha notato una cisti sotto questa escrescenza dicendo che l'escrescenza è 'radicata', tuttavia malgrado le mie richeste non ha azzardato neanche un ipotesi dicendo che di non sapere di cosa si tratti e mi ha detto di rimuovere il tutto con un intervento chirurgico.
A me non sembra giusto sottopormi ad un intervento chirurgico (seppur piccolo) senza avere una diagnosi (almeno generale) di cosa potrebbe essere, vi chiedo: è questa la normale procedura o forse dovrei fare qualche visità in più tipo da un dermatologo o da un chirurgo prima di esegurire l'operazione?
e poi: quali sono le patologie che riguardano la zona sacro-coccigea che possano dare sintomi simili a quelli descritti? (tanto per avere un idea generale)
Vi rigrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Con molta probabilita' si tratta di una cisti sacro-coccigea: potra' avere certezza della diagnosi a seguito di una visita eseguita da un Chirurgo. L'idea di rimuoverla con un intervento, ventilata dal suo Medico, non e' del tutto scorretta, anzi... Anche questo pero' le dovra' essere eventualmente confermato a seguito della suddetta visita Specialistica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore, ho prenotato la visita dal Chirurgo per Martedì, comunque in questi ultimi 2 giorni ho quasi continuamente espulsione di sostanza giallo-rossastra che potrebbe far pensare in effetti ad una cisti sacro-coccigea anche se il mio medico l'ha esclusa di partenza.
Martedì sarà tutto più chiaro, grazie ancora per il consulto.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Niente di piu' facile che io possa sbagliarmi: del resto il suo Medico, avendola visitata, ha molti piu' elementi di me per fornirle una diagnosi. Trovo strano pero' che lei mi scriva oggi, parlando della cisti, "il mio medico l'ha esclusa di partenza", visto che tre giorni fa asseriva "Sono andato dal medico di base, lui mi ha visitato e ha notato una cisti". Forse si tratta di due pareri proposti da due Medici differenti? O forse non ho capito bene io... Ad ogni modo non importa: martedi' avra' di sicuro una risposta certa. Poi si vedra'...
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Non ho potuto rispondere prima, mi dispace.
Per chiarezza: io givedì sono andato dal medico di base per questa neoformazione, lui non ha saputo dirmi cosa fosse ma ha escluso (dopo la sua visita) una ciste pilonidale (che io ho chiamato, probabilmmte in errore, cisti sacro-coccigea dicendo che le cisti pilonidali non hanno questo aspetto.
Tuttavia ha detto che la protuberanza è radicata, infatti sotto la protabueranza si sente come una massa.
Quindi prima dicendo cisti saacro-coccigea intendevo cisiti pilonidale.
Comunque spero che il chirurgo sappia dirmi di più.
Grazie Dottore per la diponibilità.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ora ho compreso meglio cosa le ha detto il suo Medico riguardo ai piani sottostanti, ma continuo a non capire perche' giovedi' mi scriveva che aveva notato una cisti e poi domenica che l'aveva esclusa... Forse non ci intendiamo con i termini, ma tenga presente che "cisti sacro-coccigea" e "sinus pilonidalis" non sono malattie diverse, ma due definizioni che indicano la stessa identica patologia (vedi http://www.stefanospina.com/Glossario.htm ).
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Salve Dottore,
il mistero è stato finalmente svelato, la diagnosi è: "Cisti pilonidale suppurata e fistolizzata", per ora sono sotto antibiotico (amoxicillina e acido clavulanico) e mi è stato detto di mantenere la zona pulita con più lavaggi al giorno, già domani andrò in chirurgia a sentire per l'intervento.
Premesso che attualmete non sento fastidio, lei mi consigla di operarmi il prima possibile o posso rimandare l'intervento ad aprile?? (mi sarebbe più confacente per gli esami all'università)
Grazie Dottore per le risposte sempre immediate.
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Giovedi' scorso, quando le ho dato la mia prima risposta, ho infatti sospettato proprio questo: forse non ci eravamo intesi troppo con i termini, ma penso che ora possa aver compreso che anche se lei la chiama "cisti pilonidale" e io "cisti sacro-coccigea" stiamo parlando in realta' della stessa identica problematica! Si aggiungono ora le complicanze dell'ascesso e della (o delle...) fistole. Se deve operarsi ora? Credo che questo sia in assoluto il periodo migliore dell'anno perche', se aspetta aprile, con tutta probabilita' nelle settimane/mesi successivi alla chirurgia soffrira' ancora di piu' per via del caldo. Certamente anche gli esami universitari sono importanti, ma questa e' una valutazione che puo' fare soltanto lei.
Cordiali saluti