Utente 220XXX
Buon giorno,
soffro di episodi di extrasistolia da ormai + di un anno e assumo atenololo 100 mg 1/2 cp al di. Tutti gli esami sono ok a parte un lieve prolasso della valvola mitrale, ho fatto l'intervento della colecisti a settembre per un calcolo di quansi 2 cm. Ora, a 6 mesi dall'operazione ancora soffro di extrasistole. Vorrei provare il counselling. Avete qualche nominativo per Milano?
Ciao e grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Iadanza
24% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Gentile paziente, l'extrasistolia origina da diverse cause. Innanzitutto le extrasistoli sono ventricolari o sopraventricolari?. ha eseguito un Holter ECG? quanto sono numerose? Ha escluso una causa endocrina ( iprfunzione tiroidea)? La terapia che sta assumendo spesso è sufficiene per il controllo dell'aritmia e dei sintomi. Il trigger della litiasi poteva essere una concausa. sappia che l'extrasistolia può essere una manifestazione parafisiologica se presente in quantità limitate. Non ritengo utile il counselling per il suo problema.
cordiali saluti

Dott. IADANZA A.
[#2] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Ciao. Vedo che il Collega Iadanza ha risposto alla tua richiesta, voglio inserirmi per tentare di fornirti ulteriori informazioni.
Quanto ti dice il Collega è giusto. Ma nel in cui sia state escluse le cause organiche, credo sia opportuno passare ad "altro". Per sistemare le cause "para-fisiologiche...".
Tu chiedi informazioni per provare il counselling. Come mai? Il Counselling è un intervento sulla persona, sui suoi dolori, sul suo vissuto, e non sul problema o sulla patologia che la persona ha. Forse intendi dire che sei emotivo e che ritieni di andare a verificare se le tue extrasistoli possano essere il sintomo somatico di un tuo bidogno o disagio personale?
Se così fosse, perchè no? A tal proposito ti ho inviato una mail contenente il nominativo di un Collega Counsellor che vive a Milano.

Piccolo incipit per il Collega Iadanza: vorrei capire come mai sei così certo che il Counselling non sia utile per la persona (io uso i termini cliente, persona, Fabrizio) che ha scritto. E su quali basi affermi ciò? Ti chiedo questo per affinare la mia professionalità e le mie competenze.
Se vuoi scrivimi, ma sulla mail privata, credo sia più opportuno.

Ciao slk, ciao Alessandro.

Marco Marilungo