Utente 147XXX
Gentili dottori,

sono un ragazzo di 30 anni e mi trovo ora nella condizione di dover ricostruire
l'incisivo superiore dx che risulta spezzato per più di metà. Il trauma risale
a più di 20 anni fa: feci un paio di ricostruzioni ri-attaccando la parte mancante (che è ancora in mio possesso) presumo con sostanze adesive ma a seguito
di qualche morso "distratto" queste ricostruzioni sono saltate e a 18 anni ho deciso di lasciare il dente così...in maniera un pò antiestetica e a sentire il mio attuale dentista anche poco accorta visto che ho lasciato il dente "vivo" esposto a batteri e simili.
Tutto è filato liscio fino a qualche mese fa quando ho avuto un ascesso molto forte che mi ha riportato dal dentista e alla cura canalare appena terminata. A questo punto ho deciso di ricostruire il dente perchè presumo (chiedo gentilmente a voi conferma) che lasciarlo così (a parte fattori estetici) implichi un suo scurimento. Vorrei inoltre andare dal mio dentista un pò "preparato" e consapevole delle varie soluzioni a disposizione; vi pongo perciò le mie domande:

1) La ricostruzione "adesiva" che feci da bambino e forse il fatto di averlo poi lasciato spezzato probabilmente non ha offerto resistenza agli incisivi inferiori e uno di questi si è spostato un pò esternamente: morale se serro i denti lo spazio per un intero dente incisivo ricostruito adesso non c è. Come si ovvia a questo problema? devo spostare e rimettere al loro posto gli incisivi inferiori?..apparecchio?...lascire la ricostruzione un pò "esterna" non mi soddisferebbe molto

2) Che tipo di ricostruzione è consigliabile dal punto di vista estetico e qual'è la soluzione più resistente?Premetto che pratico un pò di boxe....ovviamente mi rendo conto che non è proprio l'ideale anche per il tipo di problema che ho, continuare su questo sport ma ritenete che l'uso (abituale) del paradenti che copre comunque l'arcata superiore possa aiutare?...meglio uno a doppia arcata che forse distribuisce meglio i colpi su entrambe le gengive...o mi consigliate di passare agli scacchi?:-)
Ovviamente il problema sport passa completamente in secondo piano nel momento in cui mi consigliaste una soluzione estetica molto soddisfacente ed estremamente delicata

3) Quanto può durare una ricostruzione del genere e cosa comporta?Mi riducono il dente ad un mozzicone?non cè modo di salvare la metà ancora presente anche per motivi di aderenza alla gengiva ?

4)Una domanda un pò "avveneristica": non esistono tecniche con le staminali?scusate non sono un medico ma...non esiste la possibilità di far ricrescere un dente "proprio" con queste cellule "tuttofare" invece che utilizzare materiali esterni e protesi inevitabilmente caduchi?

Grazie anticipatamente per i vostri consigli e suggerimenti

Saluti,

M

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Foderaro
24% attività
8% attualità
0% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
gentile paziente per cercare di esaudire un pò' le sue perplessità vediamo di fare il punto, il fatto di immaginare il dente ad un mozzicone è un pò azzardato vorrei ricordare che la parte visiva di un dente è soltanto un terzo circa il resto è ben piantato nei tessuti sottostanti quindi verrebbe tolto(in caso di capsula ) soltanto il poco di "cappotto" (smalto) rimastogli da quanto si evince dalla decrizione fornita nella domanda (mezzo dente ) considerando che la denervazione andrà incontro inevitabilmente ad una decolorazione nel tempo quindi anche adoperando le più moderne tecniche di ricostruzione estetica va tenuta in considerazione ,io personalmente opterei per la capsula più sicura ed invisibile oltre tutto considerando lo sport da lei praticato è sufficiente un normale paradenti ,per la domanda avveniristica siamo un po nella confusione si immagini una tecnica del genere rivoluzionerebbe per intero il mondo dentistico (fabbriche di materiali laboratori odontotecnici e quantaltro ruota intorno alla macchina dentistica ) gli investimenti sulla ricerca sono pochi e vengono indirizzati verso patologie gravi .cordiali saluti dal dr foderaro .
[#2] dopo  
Dr. Marcello Fantini
28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Se l' incisivo inferiore è poco inclinato si può ovviare con tecniche protesiche o limando parzialmente lo stesso incisivo inferiore, se è molto si renderebbe necessaria l' ortodonzia.

Da quello che descrive sarebbe necessario un perno ed una capsula in ceramica (estetica e resistente). La boxe può complicare un po' le cose, ma il paradenti può dare buoni risultati. P. S. una decina di anni fa ho ricostruito un incisivo in composito ad un paziente che fa kick-boxing: la ricostruzione è ancora al suo posto, ma è chiaro che possono intervenire tanti fattori locali ed individuali.

La metà presente dovrebbe essere buona, il dente va limato ed incapsulato, esteticamente non dovrebbe notare nulla. La durata media è di 10 anni circa.

Non esistono tecniche staminali al momento.
Saluti.