Utente 148XXX
Salve, ho bisogno d un vostro consiglio. Sono sposata con mio marito da 35 anni, da 1 anno circa mio marito ha problemi col rapporto sessuale in quanto non riesce a far indurire il pene, aggiungo che ha 57anni; ha preso la pilolla "cilias" per 6 mesi e devo dire che in 6 giorni 2 o 3 faceva effetto!, abbiamo parlato col medico generico, abbiamo esposto il problema ha consigliato diversi analisi che ha fatto e vi elenco: Testosterone libero con risultato 9,9pg/ml, Testosterone esito 2,81 ng/ml; visto i risultati di questi analisi il medico ha fatto sospendere il cilias e ha prescritto le punture "Testoviron" 3 Fiale da 100MG una ogni 15 giorni. Ad oggi siamo alla prima puntura ma siccome vedo mio marito giù di morale ho bisogno di aiuto urgentemente! Cosa mi consigliate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Cecilia Sighinolfi
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
capisco la sua preoccupazione ma credo che innanzitutto occorra escludere le cause organiche e per questo le suggerisco di postare la sua richiesta in andrologia per una valutazione dei risultati degli esami fatti e della cura che ha prescritto il medico curante.

Per quanto riguarda l'aspetto psicologico mi sembra di capire che queste problematiche stiano influenzando negativamente l'umore di suo marito e conseguentemente stiano facendo preoccupare lei stessa. Per questo se dovessero essere escluse cause organiche per le difficoltà di suo marito credo sarebbe opportuno contattare uno psicologo/psicoterapeuta per una valutazione e per un eventuale percorso di coppia.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
servirebbe un consulto in diretta da esperto collega, che bisogna valutare lo stato vascolare del marito, e valutare l' asosrbimento del farmaco con esami di controllo, che spesso i farmaci a base di testosterone fanbno fatica a essere assorbiti,.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sul problema "erezione", le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Innanzitutto Vi ringrazio per le Vs risposte, nel frattempo ho fatto fare una visita da un Andrologo, ha fatto le domande e poi lo ha visitato, e non ha trovato fisicamente nulla, adesso ci ha dato una serie di analisi per capire se tutto parte dal flusso sanguigno!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
allora il collega sta lavorando bene Auguri, e faccia sapere se vuole,
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Noi qui siamo ed aspettiamo!

Un cordiale saluto