Utente 148XXX
Bongiorno sono un uomo di 40 anni cerco di raccontarvi brevemente la mia storia.A 20 anni ho avuto una storia di sesso e tutto andava bene con la mia prima donna. Dopo di che dall'età di 21 anni un poco per timidezza un pò per delusione sono rimasto solo, fino all'età di 38 anni ma avevo una buona libido e rimediavo con la masturbazione non intensa ma abbastanza regolare .in questi anni ho avuto qualche rapporto con prostitute ma avevo qualche disfunzione erettile ,davo la colpa all'imbarazzo alla mancanza di coccole ecc.Riuscivo ad avere un'erezione e un orgasmo dopo varie tribolazione perche il pene mi si afflosciava. Poi ho conosciuto una bella ragazza dopo anni che la aspettavo siamo finiti a letto, la prima volta(lei era piuttosto fredda) ho avuto un'erezione ma lei si è rifiutata di mettermi il preservativo risultato, il mio pene si è afflosciato non c'è stata penetrazione ne orgasmo da parte mia ,l'ho rivista un'altra volta è andata anche peggio. Ho trovato an'altra ragazza molto più calda un pò meno bella è andata un poco meglio ma non sono arrivato all'orgasmo, è stata la prima ed unica volta che siamo finiti a letto. Ora stò uscendo con un'altra ragazza dolce comprensiva calda carina (in fondo io sò che é una storiache deve finire non sono innamorato) Siamo finiti a letto 4 volte per diverse ore con tutta calma ma mi sono reso conto di non sentire libidine passione quando stò con lei (mentre la mattina solo nel mio letto ho delle erezioni e libidine al punto di dovermi masturbare per continuare a dormire pensando a lei) dopo un pò di masturbazione sono riuscito a penetrarla varie volte ma durante la penetrazione mi si afflosciava non sono mai arrivato all'orgasmo. Nemmeno con la masturbazione perche fatico a raggiungere la giusta consisteza. Ho fatto una visita dall'andrologo con gli esami del sangue dove tutto risulta essere regolare e l'andrologo mi ha detto che fisicamente non ho nulla di stare tranquillo perche tutto sarebbe dovuto alle (varie disavventure) e non mi ha prescritto nessuna cura. Io sono una persona molto sensibile quindi capirete che ognuna di queste disavventure lascia dei ricordi che certo non aiutano. Vi chiedo scusa per il messaggio cosi lungo e vi ringrazio anticipatamente per l'impegno che dimostrate cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
caro signore,
eventualmente sentra il suo andrologo cosA è MEGLIO FARE: DA QUANTO HA DETTO IL SUO PROBLEMA è PSICOLOGICO. i PROBLEMI PSICOLOGICI SI POSSONO GIOVARE O DI PSICOLOGI O DI FARMACI A LEI ED AL COLLEGA LA SCELTA.
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Dottor Giorgio cavallini la ringrazio per la sua risposta e il suo interessamento buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
fqaccia sap4er se vuole e scusi il maiuscol.