Utente 598XXX
un saluto a tutti, vengo subito al dunque, mio figlio di 3 anni e qualche mese, fina dal primo esame del sangue entro l'anno di vita o poco dopo fu dichiarato microcitemico (portatore sano).
Sta bene, non ha mai avuto niente di niente però io e mia moglie ci chiedevamo: visto che abbiamo appreso che si tratta di qualcosa di ereditario che uno dei due gentitori (portatore sano) trasmette, com'è possibile che mio figlio sia microcitemico se ne io ne mia moglie siamo portatori sani?
E non solo, ne i miei genitori e ne i suoi lo sono, ne nonni, ne zii, ne cugini....................da cosa dipende quindi?
Com'è Possibile?
[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
8% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
http://skuola.tiscali.it/biologia/anatomia-fisiologia/microcitemia-anemia.html


Gentile utente buon giorno, io credo che il bambino abbia una qualche altra forma di anemia, magari da carenza di ferro per alterato assorbimento intestinale, ma non la microcitemia. Questa malattia viene trasmessa per via ereditaria se almeno uno dei genitori è a sua volta microcitemico, da genitori entrambi sani non può nascere un bambino microcitemico, se entrambi i genitori sono microcitemici il 50% dei figli può esserlo, il 25% è sano, il 25% malato di anemia mediterranea (la forma grave e conclamata). Naturalmente queste sono solo percentuali statistiche e due genitori microcitemici possono anche avere solo figli sani aiutati dalle indagini prenatali.
Comunque per completezza le invio anche il link sovrastante.
Un saluto
[#2] dopo  
Utente 598XXX

Iscritto dal 2008
Qualche altro tipo di anemia.............ma comunque sia niente di preoccupante??
Mi devo preoccupare??
Mio figlio però sta bene, non presenta sintomi ne di affaticamento ne pallore nestanchezza ne altro.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
8% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, mi dispiace se le mie parole l'hanno fatto preoccupare!Non deve!
Intendevo dire che non potendo essere microcitemico, chi ha diagnosticato invece la microcitemia potrebbe essere stato tratto in inganno da una diversa condizione di anemia lieve, magari legata ad una anche transitoria carenza di FE.
Non è una cosa grave, è chiaro che comunque il bambino stà bene, ma, perchè non chiarite la cosa rivolgendovi al vostro pediatra di fiducia? Stanti i limiti della via telematica noi ci fermiamo qui.
Cordialmente.
[#4] dopo  
Utente 598XXX

Iscritto dal 2008
bene, vi ringrazio di tutto