Utente 148XXX
Buonasera,
mi sono cominciate più di una settimana fa delle fitte al fianco dx in basso.
Mi sono recata dopo un paio di gg di fastidiosissime fitte al pronto soccorso dove mi hanno fatto le analisi del sangue con ecografia.
Le analisi del sangue erano perfette, globuli bianchi nella norma, solo dall'ecografia si vedeva un lieve ingrossamento dell'appendice.
Mi hanno preiscritto degli antibiotici intramuscolo consigliandomi di tornare dopo un paio di gg in PS per un'emocromo di controllo.
Torno dopo un paio di gg ripetendo analisi del sangue ed ecografia.
Globuli bianchi sempre nella norma e appendice sempre ingrossata.
Per sicurezza mi ricoverano un paio di gg cominciado una terapia antibiotica tramite flebo.
Esco dall'ospedale e continuo a casa con l'antibiotico in pasticche.
Un'altra settimana è quasi finita e il dolore al fianco dx c'è sempre con tutte le sue continue fitte, in più sono anche diventata stitica (cosa che prima nn ero assolutamente pur avendo problemi di colite continua da anni).
Vorrei sapere se nn è il caso di levarla,anche perchè nn vedo alcun miglioramento, anzi...
E poi...., mi devo preoccupare che "sbotti" da un momento all'altro?
(tra due settimane appunto dovevo andare a sharm ma ho rinviato la vacanza per paura che questa maledetta appendice scoppiasse).
Grazie..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Io valuterei con molta attenzione la possibilita' di operarla e, se ne dovessi ravvisare vantaggi, non esiterei a farlo. Dopo i controlli del caso, si intende. Non trovera' tutti i Colleghi d'accordo, ma io nella mia personale esperienza ho visto molti casi come il suo che si sono risolti soltanto grazie all'intervento per cui, con i limiti imposti dal mezzo telematico che stiamo utilizzando, le consiglio di parlare con un Chirurgo di sua fiducia e di valutare questa ipotesi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per la sua tempestiva risposta.
Seguirò molto attentamente il suo consiglio anche perchè è l'unico più esauriente che mi sia stato dato in questi giorni e la cosa simpatica è che l'abbia trovata qua in internet.
Parlerò a breve con un chilurgo anche perchè questa non è più vita, ogni cambiamento o aumento di dolore mi mettono in allarme creandomi panico.
Sarà una cavolata per voi che lavorate quotidianamente su queste cose ma io ora come ora ho una paura folle anche perchè non riesco a vederci chiaro per niente :-).
Grazie.

PS. I dottori che mi hanno visitata sostengono di aspettare l'aumento dei globuli bianchi per un eventuale intervento.
La domanda è:
-credo che i globuli bianchi si alzino quando l'infezione è già avanti, non sarebbe meglio operare quando l'appendicite è sfiammata?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non bisogna fidarsi ciecamente del numero dei bianchi. E' un elemento di valutazione che puo' cambiare molto da soggetto a soggetto, e le assicuro che mi e' capitato di operare appendici molto "brutte" anche a fronte di un numero di globuli bianchi perfettamente nella norma. La valutazione insomma deve essere soprattutto clinica e non soltanto strumentale.
Cordaili saluti