Utente 341XXX
Buongiorno,mi chiamo Irene,ho 22 anni,peso 45Kg e sono alta 163cm. Sono in preda al panico in quest'istante,perché da qualche giorno avverto un forte dolore al petto,oppressivo,come se qualcuno mi schiacciasse lo sterno,che si estende alle spalle,nella regione interscapolare. Aumenta se tiro indietro le spalle o presso con forza lo sterno,ma poi comunque rimane molto forte e io ho paura di avere un infarto,o un'angina. Come ho scritto nella sezione "storia clinica",ho sofferto/soffro d'ansia,e non dovrei avere patologie cardiache,stando agli esami sinora effettuati..però un dolore così credo di non averlo mai avuto. Non fumo,non bevo,e come ho detto peso 45Kg..ma ho paura ugualmente di avere qualcosa al cuore. Faccio anche fatica a respirare,e ho le mani congelate (non sudo freddo,ma forse non è per forza una conditio sine qua non per l'infarto..o sì?).. è grave? Devo correre in ospedale?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Iadanza
24% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Cara Irene, i disturbi segnalati richiedono in ogni caso un approfondimento mediante la visita del tuo medico curante o di uno specialista.
Le suggerisco l'esecuzione di una visita cardiologica completa di ECG ed ecocardiogramma. E' plausibile in relazione alla sua giovane età e all'assenza di fattori di rischio cardiovascolari maggiori che i disturbi riferiti siano ad attacchi di panico, ma una visita cardiologica completa può escludere altre patologie cardiovascolari oltre la cardiopatia ischemica che possono determinare il quadro da lei descritto. cordiali saluti

dr IADANZA
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2007
Gent.le Dott.Iadanza,
dunque lei crede che possa trattarsi di una patologia cardiaca, nonostante i 5 ECG effettuati nel corso dell'ultimo anno,durante crisi di panico e non,l'Holter e gli esami del sangue abbiano dato esito negativo e nonostante il cardiologo che un anno fa mi ha visitato mi abbia detto che non c'è alcun bisogno di effettuare un ecocardiogramma?Farò come dice,ma non pensavo che per escludere delle patologie cardiovascolari fosse necessario sottoporsi a visite ed esami almeno una volta all'anno. Preciso comunque,cosa che avevo dimenticato di dire precedentemente,che queste preoccupazioni mi sono ricominciate dopo aver avvertito,una settimana fa,delle extrasistoli,che mi hanno molto spaventato. Da qui la cascata di sintomi,tra cui il dolore toracico che più mi ha spaventata. Peraltro ieri sera ho notato che in seguito ad un determinato movimento di torsione del petto,il dolore si è nettamente acuito,questo mi fa pensare che si tratti di un dolore di tipo muscolare,ma il fatto che poi comunque persista anche da ferma mi preoccupa, così come il suo suggerimento di effettuare un'ulteriore visita cardiologica,dopo,le ripeto,i molteplici ECG,l'Holter,e un ECG sottosforzo,risalente però a qualche anno fa. Sperando di risentirla, cordiali saluti,

Irene