Utente 622XXX
Buona Sera,
ho un bimbo di 4 anni e mezzo che ancora fatica nella pronuncia di alcune parole, ad esempio:
testa (tetta)
perchè (pecchè)
riesco (riecco)
stesso (ttesso)
fischia (ficchia)
sbattere (bbattere)
trasformare (trappommare)
e tutti i suoni composti quali st, sc, str, scr, sfr, etc. non riesce a pronunciarli correttamente.
In famiglia alcuni zii hanno problemi di questo tipo, ma più con la doppia zeta che pronunciano come doppia esse, e con la esse moscia.
Mi chiedo se sia il caso di rivolgersi ad un logopedista, magari corretto in tempo il problema protrebbe risolversi prima dell'età scolare, quando, questa è la mia ansia, il bimbo potrebbe iniziare scrivere le parole così le pronuncia.
Le maestre mi dicono che il bimbo è ancora piccolo, ma io sento gli altri bambini parlare correttamente.
Vi prego datemi un consiglio, non vorrei che mio figlio si ritrovasse con dei problemi per un mia superficialità.

Grazie per l'attenzione che ogni giorno prestate a tutti gli utenti di
medicitali.

Una mamma

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Marcelli
40% attività
4% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
il corretto sviluppo del linguaggio osserva tappe temporali variabili da soggetto a soggetto e, generalmente intorno ai 4-5 anni, il linguaggio è più o meno correttamente strutturato.
Nel caso del piccolo, da quanto riferisce è verosimile la presenza di un certo ritardo dello sviluppo fonetico-fonologico.
E' opportuno pertanto che il piccolo si sottoponga a visita foniatrica per una diagnosi precisa ed un eventuale trattamento logopedico.
Un caro saluto.
[#2] dopo  
Utente 622XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dott. Marcelli,
la ringrazio infinitamente per il suo consiglio che seguirò senza alcuna esitazione.

Cordialità