Utente 101XXX
Salve,
Ho 31 anni e sono un tipo abbastanza sportivo anche se ultimamente ne sto facendo meno di sport.Da qualche tempo (non saprei di preciso) sto notando un dolore (molto leggero è più un fastidio) sul lato destro del petto più o meno all'altezza della parte superiore del polmone destro.Esso si manifesta non continuativamente durante tutta la giornata ad esempio quando faccio un forte respiro, quando mi alzo dal letto dopo aver dormito di notte, a volte quando faccio dei movimenti col busto esempio spingendo in fuori il petto.Mi farebbe pensare a un problema muscolare però se provo a muovere le braccia o a contrarre i pettorali non l'avverto.Lo sento comunque intermamente.
Vorrei gentilmente sapere quale sia l'esame più appropriato per capire l'origine di questo fastidio e magari avere qualche consiglio. Come lavoro faccio un lavoro sedentario (davanti al PC praticamente tutto il giorno) e leggendo le altre esperienze potrebbe anche essere dovuto ad una postura sbagliata.
Grazie in anticipo
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività +40
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per capire l'origine del disturbo, la prima cosa da fare è consultare il proprio medico curante: per decidere un accertamento appropriato è indispensabile la visita diretta. Le cause di una sintomatologia come quella descritta possono essere varie (dalla nevralgia intercostale alla fibromialgia, dalla radicolopatia a patologie polmonari, ecc), per cui è necessario prima escludere con la visita alcune possibilità e restringere la rosa delle possibili cause. Sarà poi il Curante a decidere se prescrivere alcuni accertamenti o se inviarLa a un determinato specialista.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Salve.
Sono andato poi dal mio medico che dopo molte domande mi ha prescritto una RX al torace. La diagnosi la riporto di seguito:
"Non evidenza di alterazioni pleuroparenchimali focali con carattere radiologico di attività. Ombra cardiaca nei limiti della norma. Seni pleurici liberi da versamento."
Sembra non ci sia nulla ma il dolore continua ad esserci...Che altra analisi si potrebbe fare?Una risonanza?Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività +40
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il percorso è lo stesso: Lei è andato dal medico, che L'ha visitata e Le ha prescritto una radiografia; adesso deve tornare dal medico, portargli la radiografia e dirgli che ha ancora male. Sarà lui a decidere se e quali esami/visite specialistiche fare. Le ho scritto 2 settimane fa "per decidere un accertamento appropriato è indispensabile la visita diretta"
Cordiali saluti