Utente 148XXX
Buongiorno gentili medici.

Passo questo mio consulto in un'altra sezione dato che non ho ricevuto risposta nell'altra e che non ero certo quale fosse la più attinente.
Tra l'altro stamattina sono riuscito a passare dal mio medico di base.

Ho appena passato un periodo di forte stress affettivo e psicologico, soprattutto a causa di diminuzione di benzodiazepine. Adesso i sintomi sono quasi tutti rientrati. Circa quindici/venti giorni fa mi si è gonfiato il piede destro, con dolore sotto la pianta e colore rossastroblu su tutto il piede. Il mio medico di base mi ha diagnosticato una neuropatia e mi ha detto di cercare di sfiammare la parte con dei cerotti. La cosa sembrava rientrata. ma è circa un mese che accuso i seguenti sintomi:
- Dita delle mani esageratamente fredde, che tendono, soprattutto la destra, a un colore blu violaceo, nocche comprese in su.
- Piedi freddi, con il piede destro, quello incriminato, leggermente gonfio e un leggero sotto la pianta in prossimità delle dita. Morfologicamente è un po' più cavo del sinistro, ma continua a essere leggermente gonfio e più rossastro.
Potrebbe essere l'esordio della malattia dy raynaud?
Quello che mi chiedo è a quale specialista dovrei rivolgermi per una visita? Io prenoterei una visita dall'angiologo.
Se fosse un fenomeno scatenato dallo stress potrebbe rientrare spontaneamente senza riprensentarsi più?
Il mio medico di base mi ha detto che si tratta di un vasospamo dovuto al fatto che fumo. Mi sembra una diagnosi abbastanza riduttiva.

Ringrazio tutti colore che vorranno accordarmi la loro attenzione e Vi auguro buon lavoro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

I sintomi riferiti non sembrano quelli della sindrome di Raynaud, nè possono assimilarsi al suo elemento caratteristico (fenomeno di Raynaud) comune anche ad altre affezioni di tipo funzionale.
Potrebbe essere opportuno un consulto internistico ed eventualmente un ecocolordoppler degli arti inferiori.
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto. Oggi pomeriggio ho una visita specialistica di angiologia. Così potrò avere un parere tramite una diagnosi ed eventuale iter preciso.

Buona giornata
[#3] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Ho effettuato una visita internistica, saltando quella di angiologia. Lo specialista mi ha detto che non gli sembrano sintomi né della sindrome e nè del fenomeno di raynaud. ha effettuato un ecodoppler agli arti superiori e alla vena che passa tra braccio e spalla trovando tutto nella norma. Essendo VES, fattore reumatoide e ANA negativi, ha detto che secondo lui è un fatto di natura neurovegetativa dovuto a stress e diminuzioni di benzodiazepine a cui l'organismo ha reagito in questa maniera. Se il problema permanesse lo dovrei ricontattare per fare eventuale esami più approfonditi. Ma non sarebbe il caso di fare anche una capillaroscopia? E una visita reumatologica per escludere patologie ruematoidi sieronegative?
Dimenticavo: Il pomeriggio mi sale anche un po' la temperatura a 37,4. Il resto della giornata è normale. Grazie