Utente 149XXX
Buongiorno,
il 5 gennaio ho scoperto di avere un linfonodo inguinale lato dx ingrossato. Fatta l'eco si è scoperto che a poca distanza, nell'interno coscia ce n'era uno satellite.
Dopo aver fatto ogni sorta di analisi (citomegalovirus, bartonella, toxoplasmosi, mononucleosi, clamidia ecc) risultati negativi, e dopo che dalle analisi del sangue non si è evinto nulla (non ho neanche avuto febbricole o altro), il mio medico ha preferito che venisse asportato per potervi effettuare un esame istologico.
E' passato un mese ma dell'esito ancora nessuna risposta (non vi dico l'ansia), inoltre, il satellite all'interno coscia, CHE NON MI HANNO ASPORTATO è cresciuto di dimensione.
Per favore, posso avere un vostro parere/consiglio?
Cosa mi conviene fare nel frattempo, con l'altro nodulo?
Io lavoro al pc, sto 9 ore seduta, e proprio mentre vi scrivo, sento il fastidio (è come una sensazione di addormentamento).
Grazie davvero, leggo spesso la vostra rubrica e mi fido molto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Molto spesso si tratta di linfonodi cosiddetti "reattivi", che cioe' aumentano di volume in risposta ai diversi stimoli infettivi. Ovviamente l'esame istologico e' l'unico che puo' confermare (o smentire...) questa eventualita'. Quello pero' che le consiglio e' di chiedere spiegazioni in merito, perche' in genere l'esame definitivo si puo' ottenere in molto meno tempo di quanto lei ci dice.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la celere risposta.
Ha ragione riguardo ai tempi, pare che si stiano dilungando perchè vi hanno dovuto aggiungere un esame "imunoistochimico".
Sono molto perplessa, oltre che tesa.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Magari puo' provare a sollecitare: credo che lei abbia diritto, a distanza di un mese, di avere un verdetto definitivo...
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Si,
mi hanno "assicurato" che entro domani mi faranno sapere, ma non ci credo più di tanto.
Approfitto della sua disponibilità per porgerle quindi quest'altra domanda:
La mia preoccupazione ora è sull'altro nodulo.
E' sconsigliabile che ci resti seduta sopra così a lungo?
Cosa mi consiglia di fare?
Calcoli che alla scoperta del primo nodulo ho preso una confezione di Flaminase che non ha fatto nulla e poi, dopo l'operazione, ho preso di tanto in tanto l'antinfiammatorio.
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'antinfiammatorio da lei citato deve essere preso "di tanto in tanto" oppure secondo uno schema preciso a seconda delle indicazioni del suo Medico, o comunque del Chirurgo che l'ha operata: assumerlo senza motivo non e' consigliabile, anche perche' questa categoria di farmaci, piu' o meno, hanno tutti un certo grado di gastrolesivita'. Non e' invece normalmente importante la posizione che assume, quindi se sta seduta o meno poco importa. Nulla invece possiamo immaginare a proposito della ulteriore neoformazione presente nella regione inguinale. Speriamo piuttosto che domani le diano il risultato dell'istologico: in base a questo, e a seguito della visita medica, il suo Curante dovra' tirare le somme di tutta questa vicenda.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Le faccio (giuro) l'ultima domanda:
a che specialista consiglia di rivolgermi, una volta avuti i risultati?
Fino ad oggi mi sono rivolta solo al chirurgo che mi ha operata ma che non si è esposto.
Grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Che intende dire con "non si è esposto"?
[#8] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Che, una volta asportato il linfonodo, oltre che dirmi che non era una "cisti sebacea" come mia mamma sperava, mi ha detto di attendere il risultato.
L'unica cosa scritta che ho a riguardo è quella dell'eco che dice: linfoadenopatia flogistica.
E' per questo che sono così in ansia.
Non so davvero cosa possa essere e le analisi hanno escluso quanto le descrivevo sopra.
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come vede l'ecografia dice le stesse cose che le ho scritto io (linfoadenopatia flogistica = linfonodi reattivi). Se anche l'istologico confermerà questa ipotesi non ci sarà molto altro da fare. In caso di dubbi il suo Medico potrà avvalersi di una consulenza di un infettivologo. Comunque domani si saprà, per cui stia tranquilla.
Cordiali saluti