Utente 102XXX
Mio marito ha 50 anni. Ha sempre avuto la pressione normale ma il padre ha sofferto di ipertensione ed ha avuto un infarto. Ha i trigliceridi molto alti. Prende il Totalip ma non riesce a stare a dieta. Da circa 20 giorni soffre di mal di testa. Sta passando un periodo di forte stress e poco riposo e riteneva che questo mal di testa fosse di origine muscolotensiva visto che sente una forte tensione a livello cervicale. Ieri è andato dal medico che gli ha misurato la pressione ed aveva 90/150 ed i battiti 100/min.Il medico gli ha prescritto il CONGESCOR 1,25. Non era forse il caso di prescrivere degli accertamenti? Era così urgente dargli il farmaco? Aspetto con ansia una vostra risposta. Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in linea di principio lei non ha tutti i torti: prima di effettuare una terapia farmacologica nello stato ipertensivo, andrebbero effettuate prime delle analisi del sangue e delle urine, poi una serie di indagini strumentali, quali ad es. ecocardiogramma, elettrocardiogramma, ecografia renale. Evidentemente il collega, forse proprio perchè suo marito è sintomatico, ha sentito la necessità di iniziare una terapia farmacologica, comunque blanda, onde migliorare rapidamente il quadro clinico.
Effettui comunque gli esami segnalati o in alternativa chieda ragguagli al curante sulla necessità o meno di effettuarli.
Saluti