Utente 149XXX
Gent.mi,
è da circa 10 anni che ho un dolore acutissimo alla base dell'unghia del dito indice dx. La situazione va via via peggiorando. Mi spiego meglio. Il dolore inizialmente si manifestava in concomitanza con delle leggere pressioni sulla parte. Anche asciugarmi le mani a volte era un problema. Ora invece il dolore si presenta anche in assenza di sollecitazioni sino a svegliarmi la notte (spt. nei periodi freddi). Il problema che basta anche un minimo sfiorameno del dito che il dolore piò essere talmente acuto da darmi una forte nausea e costringermi ad agitare fortissimo la mano. Anche cercare qualcosa in borsetta può essere un problema. A volte sento un fortissimo prurito nel polpastrello corrispondente. Ho sentito parlare di tumore glomico e i sintomi sembrano proprio gli stessi che possiedo, tranne l'assenza della macchia in corrispondenza della parte.
Ho fatto radiografia, ecografia (più di una), capillaroscopia dalle quali non emerge assolutamente nulla di anomalo.
Il problema però è sempre più penalizzante, talvolta il male si irradia alle altre dita e anche al palmo della mano e al polso.
Cosa posso fare. La mia mano ha un aspetto normalissimo.
Ho 39 anni (quindi è da quando ne avevo circa 30 che il problema è emerso).
Inolte se fosse un tumore glomico questo può dare problemi sistemici?
Ho notato che nei periodi di malessere (dolori muscolari, cervicale, ecc.) il dolore sembra più forte.

Grazie moltissime

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' possibile che si tratti di un tumore glomico, anche se non è possibile deciderlo online; la macchia è presente quando la localizzazione è sotto all'unghia nella sua porzione visibile e si vede in trasparenza attraverso l'unghia stessa. Le consiglio di rivolgersi a un Chirurgo della mano, ad esempio alla UO Ortopedia dell'Ospedale Marino http://www.aslcagliari.it/index.php?xsl=7&s=8419&v=2&c=617: una volta accertata la diagnosi, l'asportazione del tumore glomico risolve il problema, e Lei potrà chiedersi perché ha aspettato tanto. Il tumore glomico è assolutamente benigno e non provoca altro che dolore nel dito.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore,
ha ragione assolutamente ma le radiografie non danno esito e sono sincera che l'ultima volta ch ene ho parlato con il medico mi ha guardato come se delirassi. Io so che basta sfiorare il dito da qualche porta e sembra di svenire dal dolore.... grazie tante
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La radiografia solo in qualche caso può mostrare una piccolissima nicchia nell'osso quando il tumore glomico è a diretto contatto con l'osso; in genere la radiografia ha lo scopo di escludere altre lesioni ossee, quindi il fatto che alle rx non si vede nulla non vuole assolutamente dire che il tumore glomico non ci sia. Il glomo è una struttura che mette in rapporto il microcircolo con il sistema nervoso e funziona come un termostato, aprendo/chiudendo la circolazione in base alla temperatura esterna. Un tumore a questo livello è per questo molto doloroso.
Sinceramente non capivo come avesse fatto a stare 10 anni senza diagnosi, ma se l'atteggiamento che incontra è quello che dice... Si rivolga direttamente al Chirurgo della Mano e spero che possa risolvere questa situazione di dolore.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo dottore,
ho effettuato l'intervento 15 giorni fa. Oggi ho tolto i punti ed è stato piuttosto doloroso. E' Normale? Cioè il dito continua a darmi molto dolore, senza sollecitazione ovviamente. E molto sensibile e sento il bisogno di tenerlo protetto con la fasciatura. Il chirurgo mi ha detto che il tumore glomico era infiltrato e aveva intaccato l'osso; ha dovuto togliere un pezzo d'unghia per sincerarsi di aver pulito bene la zona interessata.
Ora chi mi ha operata non è contattabile, temporaneamente.
E normale che il dito faccia ancora così male? Anche in punti che prima non erano dolenti?
Grazie molte per l'attenzione e per quanto vorrà dirmi in merito.
[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Purtroppo è impossibile risponderLe in modo soddisfacente: il dolore è soggettivo e non riesco a dirLe se è normale il dolore che sente. In genere l'asportazione del tumore glomico è risolutiva; è possibile però che le difficoltà ad asportarlo del tutto abbiano traumatizzato maggiormente il dito e che quindi ci voglia un po' più di tempo.
Provi però a cercare di abbandonare il ricorso alla fasciatura, che protegge sì dal contatto ma che contribuisce a mantenere più sensibile la pelle.
Contatti appena può il chirurgo per avere da lui una valutazione diretta ed escludere la remota possibilità che sia rimasto del tessuto patologico, che comunque potrebbe lasciare del dolore ma nella stessa sede di prima: i dolori "in punti che prima non erano dolenti" possono essere dovuti alla immobilità e al poco tempo trascorso dall'intervento.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Davvero grazie,
farò come mi suggerisce.
Cordiali saluti