Utente 915XXX
Gentili Medici,
non sono le singole extrasistoli (alle quali ormai sono abituato) a preoccuparmi. Bensì quelle particolari extrasistoli (più rare) che (non è facile da spiegare..) sembrano essere ben più "forti" rispetto a quelle "classiche". Questo potrebbe dipendere dal fatto che potrebbe trattarsi di doppiette o triplette, o salve. Ma soprattutto la cosa che mi preoccupa è la "pausa" che segue il battito anticipato che, in queste extrasistoli "particolari" di cui vi parlo, è più lunga rispetto alla pausa nelle extrasistoli classiche. Tali extrasistoli non sono mai riuscito a registrarle durante un Holter, quindi i medici non hanno potuto esprimere alcuna opinione/diagnosi su loro. I vari esami svolti sono fortunatamente risultati tutti negativi. Ma cosa dire riguardo queste extrasistoli più "forti"?! Dovrei forse cercare di registrarle cosicchè da poter vedere effettivamente di cosa si tratta (magari che ne sò..se la pausa è effettivamente troppo lunga..e quindi pericolosa?!). Oppure dovrei stare tranquillo senza inseguirle data la negatività generale degli esami?! Ripeto..la mia preoccupazione riguarda queste extrasistoli particolari, rare e quindi difficile da registrare, non già quelle "normali".
Grazie, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente

i medici hanno risposto più volte alle sue richieste, non ci sembra opportuno insistere con il solo scopo di soddisfare dubbi ed osservazioni personali.
Prima di richiedere un nuovo consulto le consigliamo di leggere attentamente la guida ai consulti
(http://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp)

Distinti saluti
staff@medicitalia.it