Utente 129XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 34, il mio problema è il seguente:
dopo aver eseguito un ecocolordoppler mi hanno detto che ho la poplitea sinistra occlusa, confermata anche da un' angiotac che mi hanno fatto fare con mezzo di contrasto. Per ora la cura che mi hanno dato è camminare, smettere di fumare, cardioaspirina e pletal; ma mi hanno consigliato di fare anche una pettac e una visita da un ematologo, in quanto è strano che sia successo ad una ragaza giovane.
Ho fatto tutti gli esami per la TROMBOFILIA e sono risultati negativi come anche quelli per il diabete e colesterolo,
Ma non puo' essere un problema di tipo meccanico?
Cosa rischio se non riescono ad arrivare ad una diagnosi?
Scusatemi ma sono tesa anche se non ho nessun sintomo, non ho claudicatio (cammino tutti i giorni, solo ogni tanto mi da un po' fastidio la vena del ginocchio) il piede ha la stessa temperatura di quello sano.
Mi potete dare un consiglio?
Comunque lunedi 1/3 andro' a genova da un ematologo.

grazie
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
ma l'occlusione riguarda l'arteria o la vena poplitea? Una trombosi venosa, al di fuori della fase acuta, può decorrere in maniera paucisintomatica, ma un'occlusione arteriosa,a 34 anni, dubito che possa non dare una sintomatologia anche grave.
Al di là delle sindromi da intrappolamento popliteo o dei traumi, che innescano estemporaneamente trombosi a genesi meccanica, altre cause di trombosi in giovane età vanno comunque considerate come potenziale epifenomento di altre patologie organiche, che vanno quindi indagate ed escluse. Se la trombosi è venosa,poi, anche la terapia in corso dev'essere rivista.
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
risultato angiotac:
l'esame e´stato eseguio in condizioni basali e durante la fase di riempimento rapido arterioso e risulta compreso tra un livello di poco inferiore al carrefour ed il circolo plantare ai piedi. Si conferma interruzione trombotica dell'árteria poplitea sinista all'altezza della gola intercondiloidea del femore con parzial riabitazione del trombo a vall.
Cosa vuol dire?
risultati ecodoppler:
a destra assi iliaco-femorali-popliteo tibiali pervi e privi di lesioni stenosanti emodinamicamente significative e non a normali velocita' di flusso con segnali distali di tipo diretto.
A sinistra ostruzione dell'arteria poplitea sottogenicolare, assenza di segnale doppler sulla tibiale anteriore, flusso demodulato sulla tibiale posteriore al malleolo.
La prego sono tanto grave, cosa posso fare?
Per ora l'ngiologo mi ha detto di fare pet tac e di aspettare i risultati.
[#3] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente
stabilito che l'occlusione di cui parla è arteriosa ritengo che la prima cosa da fare sia accertare l'origine della trombosi stessa, capendo se esistono delle condizioni di tipo generale che possano predisporla a questo genere di problema, oppure se la cosa sia legata a fattori ad esempio di tipo locale.
E' evidente che, data la giovane età, la situazione vada risolta chirurgicamente. E' altrettanto chiaro, però, che solo la valutazione clinica diretta e la visione degli esami già effettuati, con il completamento eventuale mediante ulteriori indagini, potranno far esprimere lo specialista in maniera certa e definitiva sulle opzioni terapeutiche del caso.
Molti auguri.
[#4] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la sua disponibilita; la aggiorno:
sono andata da un Prof ematologo al DIMI di gENOVA con tutti gli esami che ho fatto e mi ha un po' tranquilizzato in quanto mi ha detto che tute le analisi del sangue sono perfette anche quelle per la TROMBOFILIA CHE RIPORTO:
ANTI B2 GLICOPROTEINA 1 igG micrometodo ELISA 2.1
ANTI B2 GLICOPROTEINA 1 igm MICROMETODO Elisa 1.7
ANTI CARDIOLIPINA igG MICROMETODO elisa 3.2
ANTI CARDIOLIPINA igM MICROMETODO elisa 1.7

LAC SCREENING 31
PROTEICA C ANTICOAGULANTE FUNZIONALE (P) 85
PROTEINA S TOTALE COAGULATIVA 60
OMOCISTEINA HPLC 6.4
TEMPO DI QICK 105
ANTITROMBINA III 103


STO ASPETTANDO ANCORA UN ESAME DEL SANGUE E POI IL 16/3 FARO' LA PET TC; ANCHE E MI HA DETTO L'EMATOLOGO CHE NON SA A COSA POSA SERVIRE.....E' UN ESAME INVASIVO?

LEI CHE ESAMI MI CONSILIA DI FARE E MI SA INDICARE QUALCHE CENTRO SPECIALIZZATO MAGARI DOVE LAVORA LEI NON SO.
GRAZIE MILLE DI TUTTO
[#5] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Ho un picclo aggiornamento avuto per telefono dall'infermiera che come al solito non mi ha saputo spiegare e mi ha detto che martedi' mi spieghera' il medico....ma sono agitta e vorrei sapere cosa vuol dire:

esame ANA risultata positiva 1:80

sono GRAVE?
mi rispondente con urgenza che non trovo risposte e non voglio agitarmi inutilmente.

GRAZIE A TUTTI
[#6] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
non mi rispondete piu'?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente
la positività a questo anticorpo, con un titolo basso ed in assenza di altri fattori sierici modificati, credo possa essere un dato non necessariamente specifico. Su questo, comunque, ritengo debba esprimersi uno specialista di settore, che si occupi di patologie autoimmunitarie.