Utente 149XXX
Buona sera a tutti voi, ho 54 e da vent'anni circa ho avvertito un forte dolore all'uretra e poi successivamente il dolore si è concentrato (in una maniera intensa)nella zona pelvica. Mi sono recato inmmediatamente dallo specialista urologo diagnosticandomi una prostatite acuta. Le cure che mi sono state date non hanno raggiunto a sconfiggere il mio problema. Dopo varie cure ed abbastanza lunghe,lo specialista mi ha consigliato di lasciar perdere con le medicine e convivere con questo fastidio poichè le cure non mi davano nessun risultato. Preciso che ho fatto la spermiocultura, l'urinocultura e altri esami vari con esiti negativi. Oltre a questo problema e fin dall'età di vent'anni ho sempre sofferto di stipsi, quando all'età di 42 anni non riuscendo a defecare con regolarità, mi sono recato da un proctologo diagnosticandomi delle ragadi interne del retto. Ho fatto l'intervento e i problemi si sono attenuati. Oggi a distanza di 12 anni, da premettere che il fastidio che voglio sottolineare si è presentato da 3 anni a questa parte, sto soffrendo di dolore allo sfintere e prurito anale. Non riesco a capire se questi fastidi sono di origine proctologici o urologici ed inoltre vi chiedo cosa devo fare. Grazie e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
un dolore allo sfintere ed il prurito potrebbero essere determinati dalla ricomparsa di una ragade ad esempio.
Il consiglio quindi è quello di effettuare una nuova visita proctologica.
Ne parli tuttavia con il suo medico curante che meglio di noi la conosce e saprà consigliarla adeguatamente

Cordiali saluti