Utente 149XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 34 anni peso kg 70 e sono alto 1,71 cm,non bevo ,mai fumato in vita mia e non prendo alcun medicinale tranne degli antibiotici ke ho assunto per quasi un anno e mezzo una settimana al mese causa un infezione da stafilococco aeurus ma ke da un anno circa grazie a dio non assumo più.Da un anno circa ho notato un forte calo del desiderio e quindi di conseguenza non riesco a fare l'amore perkè con poko desiderio manka l'erezione!premetto ke non è una condizione di sempre ma di un buon 90%delle volte e quindi sono dovuto ricorrere al viagra col quale i problemi di erezione sono scomparsi anke se spesso per eiaculare ci ho messo una vita perkè c'era l'erezione ma il desiderio non era tantissimo!Stanco di questo mio "handicap" ho deciso di rivolgermi da un andrologo il quale ascoltando i miei problemi e sentito ke mancavo anke di erezioni mattuttine mi ha fatto fare gli esami della prolattina e del testosterone i cui valori sono usciti per la prolattina 11,40 ng/ml(valori di rif 1,00 -12,00) e il testosterone totale 1,05 ng/ml(valori di rif.2,80-9,80).Come terapia mi ha prescritto l'andriol 1 compressa al giorno per un mese e poi rifare le analisi del testosterone totale e libero a fine ciclo.dopo 2-3 gg ke ho assunto tale pillola ho iniziato ad avere bei risultati con aumento del desiderio ed erezioni molto forti,dopo circa una settimana è come se avessi invece fatto un pikkolo passo indietro.Premetto ke ad oggi ho fatto solo dieci gg di cura su 30 prescritti e le mie domande sono le seguenti: la cura prescritta può andare bene per il mio caso?una pillola al giorno può essere sufficiente? gli ormoni con le prossime analisi se dovessero essersi alzati rimarrebbero tali senza cura?cosa può avere fatto abbassare gli ormoni fino a questo punto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,e' troppo presto per giudicare la congruita' della terapia con testosterone undecanoato.Segua i consigli dell'andrologo di riferimento che
avendoLa visitata,sapra' rispondere ai quesiti posti a noi.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

una carenza di testosterone può determinare la sintomatologia descritta e dovrebbe essere trattat basandosi sia sui dati di laboratorio ( attenzione ad effettuare il prelievo sapendo da quanti giorni non assume più andriol) che su quelli clinici.
Eventualmente esistono prodotti più idonei a reintegrare bassi valori di Testosterone
ne parli con il suo specialista
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori speravo poteste rispondere più dettagliatamente alle mie domande,almeno sarebbe possibile sapere grazie alla Vostra esperienza quanto tempo più o meno può durare una cura per riportare i valori del testosterone alla normalità?si parla di 1 mese o anke più mesi o addirittura anni?Nel frattempo potreste anke dirmi se posso utilizzare contemporaneamente alla cura di andriol ,in caso di necessità,delle pastikke di viagra durante i rapporti sessuali o questo può nuocere alla cura che sto effettuando? Nella precedente mail da me mandata ho dimenticato di menzionare il fatto che l'andrologo ke mi sta seguendo ha esaminato con uno strumento i miei testicoli e il resto del mio apparato genitale dicendo ke lo trovava in perfetta condizioni.Resto in attesa di Vostre risposte e Vi ringrazio anticipatamente.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non esiste uno standard relativo al trattamento con testosterone.Altro e' il trattamento del paziente ipogonadico (carenza di testosterone,testicoli ridotti di volume,scarsita' di pilizio etc.),altro e' il trattamento del paziente con valori di testosteronemia ridotti,con testicoli normali etc..I valori del testosterone dosati,esprimono unicamente l'aspetto quantitativo e non qualitativo (biologico) e,quindi,non definiscono necessariamente un quadro di ipogonadismo.Va da se' che,non potendoLa visitare,il giudizio dello andrologo di riferimento sia mandatario,anche se mi sembra singolare che le Sue curiosita' non siano state soddisfatte...Comunque non esistono controindicazioni all'uso del sildenafil in contemporaneita'.Cordialita'.
[#5] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per la risposta e Le auguro una buona giornata.
[#6] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori ho terminato il ciclo di 30 gg di andriol ed ho effettuato nuovamente le analisi del testosterone con i seguenti risultati:testosterone libero 4.51 pg/ml(valore di riferimento 8.9-42.5)e testosterone totale 2.36 ng/ml(valore di riferimento 2.8-8.0.Come si può notare il testosterone totale prima della cura era di 1.05 ng/ml e quindi un lieve miglioramento c'è stato,anche se ovviamente l'andrologo dal quale sono in cura mi ha detto che come valori sono troppo bassi per un ragazzo della mia età.Per i prossimi 2 mesi mi è stato prescritto un ciclo di n.8 iniezioni da fare una volta a settimana di gonasi HP 2000 in sostituzione dell'andriol per poi rieffettuare le analisi e vedere eventuali miglioramenti.Ciò che però mi ha lasciato perplesso è il fatto che il mio andrologo sostiene che probabilmente potrebbe essere un mio problema psicologico nel fatto che non sempre io riesca ad avere erezioni soddisfacenti per un rapporto sessuale.Come può dire questo quando sia le prime analisi che le seconde evidenziano un deficit abbastanza importante del testosterone?e poi anche l'assenza di erezioni mattutine prima della cura di andriol non escludono il fattore psicologico?Nel momento in cui l'andrologo ha fatto questa supposizione ho come avuto l'impressione che lui stesso stesse brancolando nel buio!!!Spero solo di essermi rivolto ad una persona competente che sappia realmente aiutarmi.
La mia domanda a Voi dottori è la seguente:ritenete la cura di andriol prima e poi questa a base di Gonasi la terapia giusta per me? grazie mille resterò in attesa di risposta
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

ho l'impressione che lei sia stato visitato da un "presunto" specialista dell'Università di Firenze che visita in molte città italiane, anche a Roma e che prescrive sempre andriol e fiale di gondotropine dopo aver fatto una "strana visita" con un apparecchio mal definibile.
Credo di aver sentito storie analoghe alla sua decine di volte.
Cerchi di farsi vedere da uno specialista andrologo, anche a Latina ne potrà trovare
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
L'andrologo che mi segue da quello ke leggo sulle sue ricette è specialista di endocrinologia e andrologia presso l'università la sapienza di roma.Non mi sembra corretto farle il nome,ritiene che posso fidarmi di tale specialista?
Secondo Lei visti i miei risultati ormonali sarebbe da escludere un problema psicologico?Le faccio notare ke da quando assumo l'andriol la mia situazione è migliorata anke se non mi sento ankora quello di una volta.In data 24.03.10 ho fatto la prima iniezione di gonasi e il giorno dopo mi sono sentito quasi ritornare alla normalità dato ke dopo contatto con la mia partner non ho avuto alcun problema di erezione in quanto sentivo forte desiderio sessuale.Io a mio parere escluderei nella maniera più assoluta la problematika psicologica.Secondo Lei la terapia alla quale mi sto sottoponendo è adeguata al mio caso o sarebbero da prendere in considerazione altre strade?Grazie mille
[#9] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori, sono alla quinta siringa di gonasi 2000 e posso dire che la mia situazione è tornata alla normalità poichè sento forte desiderio sessuale e ho ricominciato a sentire quelle sensazioni che prima ormai mancavano.A seguito di consulto con il mio medico curante ho fatto le analisi dell fsh che è uscito 1,80 ml.U/ml(valore riferimento 1,6-16,8) e dell'lh che è uscito 3,40 ml.U/mlvalore riferimento 1,4-11,2)che invece il mio andrologo non mi aveva richiesto.Inoltre mi ha anche consigliato di fare le analisi delle transaminasi col seguente risultato:got 27 U/l(fino a 38) e gpt 55(fino a 40).A fine ciclo di siringhe,quindi tra tre settimane,ripeterò le analisi del testosterone totale e libero(che come ho segnalato nelle precedenti mail erano parecchio bassi) e del fsh e del lh.
Quello che volevo chiedere è se terminato il ciclo di siringhe potrebbe succedere nuovamente che il mio desiderio sessuale ricominci a calare?Quale potrebbe essere stata la causa scatenante del mio calo di testosterone? il mio medico curante mi ha anche consigliato un'ecografia dei testicoli e una risonanza magnetica della testa.
Gentili dottori sarei lieto di ricevere da Voi una cortese risposta al mio problema
[#10] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...segua il pecorso intrapreso,senza fuoriuscire dalla traccia,anche in cosiderazione del benessere ritrovato.Va da se che,spesso,vi possono essere strategie e tempistiche diagnostico-terapeutiche diverse tra di loro ma la
medicina non e' una scienza esatta.Non vedo perche' debba andare incontro a nuovi,ripeuti,cali del desiderio sessuale ma,in quel caso,il collega che la segue sapra' come agire.Cordialita'.