Utente 146XXX
Buongiorno Dottori,

Vi scrivo per un consulto in merito a una cosa che mi preoccupa un pò, circa quattro mesi fa dopo un rapporto occasionale protetto, la donna con cui ho avuto il rapporto mi sfilava il preservativo, mi procurava una lesione sul glande probabilmente con il proprio pollice in quanto il profilattico si era "incastrato" all'altezza del glande.
Dopo qualche giorno mi sono recato da un dermatolo/Venereologo lo specialista mi ha diagnosticato la lesione si era ("Spellata" la parte laterale del glande), mi ha prescritto l'antibiotico Zitromax e applicazione di crema Eubos e impacchi di camomilla, dopo tre settimane il glande era integro e guarito, lo specialista non ha ritenuto opportuno sottopormi a test per le MTS, in quanto il rapporto era protetto.
A distanza di 2 mesi circa dall'accaduto ho notato che in corrispondenza della parte del glande che aveva subito il trauma, sono comparse delle piccole pretuberanze 5/6 di circa 1 o 2 mm, ho pensato che fossero dovute alla cicatrizzazione della parte lesa, ma per sicurezza dopo 1 mese mi sono recato dalla mia dermatologa di fiducia, che mi ha diagnosticato delle verruche da Papilloma e mi ha prescritto la crema Wartec, 1 applicazione per 3gg per 3/4 settimane, ho raccontato l'accaduto nei dettagli alla dottoressa ma la stessa non mi ha consigliato di sottopormi a eventuali Test per MTS, e ha detto che è probabile che il virus possa averlo contratto in passato e la lesione lo ha fatto riattivare anche se in verità per imbarazzo non ho approfondito l'argomento, avrei voluto farle alcune domande che approfondirò nella visita di controllo tra 40 gg, circa la necessità di fare esami del sangue se devo astenermi da rapporti sessuali prima della scomparsa delle verruche, cosa sarebbe consigliabile? io vorrei fare gli esami per MTS sopratutto per le ragazze che posso eventualmente frequentare in futuro.

Grazie mille

In attesa di un vostro consiglio

Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
i rapporti protetti servono per proteggere se stessi ma anche gli altri, per cui..
Gli esami per MST, ma per quali? può solo, se vuole, fare i test per HIV ed HBV HCV.

IN bocca al lupo

Cari saluti

Mocci
[#2] dopo  
146374

dal 2011
Egregio Dr.Mocci,
innanzitutto la ringrazio per la disponibilità io non ho elencato quale tipo di esame proprio perchè non ho idea nel mio caso specifico a quali rischi posso potenzialmente essere stato esposto di conseguenza volevo un Vostro parere per sapere se è buona norma (Dopo un evento simile, lesione del glande dopo rapporto protetto) sottoporsi a esami sierologici e quali e sopratutto qualche chiarimento sul virus HPV, che pare io abbia contratto in quell'episodio o precedentemente, dopo aver curato le verruche potro avere rapporti sessuali "normali",? cioè quando avrò una partner fissa potro avere rapporti non protetti? mi scuso per l'ignoranza in materia ma preferisco evidenziare i miei dubbi.

Grazie infinite

Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

solitamente questo stato di guarigione viene stabilito dal dermato-venereologo: ciascuno ha la sua storia

se vorrà potrà leggere il personale articolo sul tema dei condilomi e dell' HPV all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40632

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#4] dopo  
146374

dal 2011
Egregi Dottori,

Grazie per il Vostro interesse, senza alcuna polemica volevo soltanto fare presente che nonostante abbia letto gli articoli molto interessanti e utili a chiarire la tematica, io ho fatto delle domande specifiche a cui non ho avuto risposta, credo che a volte visto le numerose richieste si tenda ad essere il più rapidi possibili, in ogni caso mi scuso in anticipo se posso sembrare scortese, ma non è mia intenzione, volevo solo esprimere la mia sensazione..

Grazie infinite

Cordiali saluti
[#5] dopo  
146374

dal 2011
Gentili Dottori,

Vi chiedo gentilmente ancora un attimo della Vostra disponibilità, ho terminato il 2° ciclo di Wartec dovrei iniziare il 3°, ma gli effetti collaterali della crema sono quasi insopportabili la parte del glande trattata è lesionata e sanguina e temo che si possa infettare vedo dell'esseduato di color giallo, dovrei vedermi con la mia Dermatologa verso i primi di Aprile, sono intenzionato a non iniziare il terzo ciclo e aspettare che la parte lesa diventi integra, per eventualmente iniziare l'ultimo ciclo previsto anche perchè il farmaco ha "bruciato" la parte trattata e non si contraddistingue più verruche e parte sana, Vi chiedo un consiglio potrei sospendere per questa settimana l'applicazione del farmaco e riprenderla la settimana successiva??

Grazie infinite per la disponibilità.


Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Se gli effetti collaterali sono tanto importanti, direi di sì. Sarebbe però più corretto contattare il medico che la sta curando e parlarne con lui.

Saluti

Mocci