Utente 147XXX
Gentili Dottori grazie per la vostra attenzione,

Ho 34 anni, mia moglie 25 ed è da circa 10 mesi che cerchiamo un bambino.
Ho effettuato uno spermiogramma per valutare la qualità del mio liquido seminale.
Di seguito riporto i dati dell'esame che ritengo rilevanti:
- volume: 2,6 ml
- ph: 8,5
- concentrazione/ml: 52x10alla6
- motilita: - rettilinea progressiva = 10%
- ondulatoria = 33%
- in loco = 7%
- assente = 50%
- leucociti: 1x10alla6
- zone di agglutinazione: ++
- morfologia: - tipiche 22%
- atipiche 78% di cui il 45% a carico della testa.

I rusultati non mi sembrano molto buoni e penso di rivolgermi il prima possibile ad uno specialista...ma ho alcune domande da fare:
1) il mio liquido seminale è potenzialmente fecondo?
2) ci sono cure per migliorare la morfologia?
3) come posso verificare la presenza di una infezione alla prostata o alle ghiandole?
4) durante l'orgasmo il mio sperma non esce a schizzi ma più lentamente...questo influisce sulle possibilià di concepimento? può essere sintomo di infezione?
5) una domanda un po' fuori tema: mia moglie in questi mesi ha avuto una cistite, era opportuno astenersi dalla attività suessuale? è possibile la trasmissione all'uomo? può avere influito nella ricerca di un bambino?

Ancora grazie e scusatemi se certe domande vi possono sembrare un po' stupide ma sono dubbi che ho sempre avuto timore a chiedere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il Suo liquido e' potenzialmente fecondo.Il miglioramento del quadro morfologico spermatozoario e' legato alla diagnosi di merito.In corso di visita andrologica,lo specialista sapra' agevlmente evidenziare uno eventuale stato infiammatorio,anche avvalendosi di indagini ecografiche e
batteriologiche.La forza di eiezione del liquido seminale e' ininfluente ai fini procreativi.La cistite,in linea di massima,non incide sulla procreazione.
Ci aggiorni dopo la visita.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
ringrazio il Dr. Izzo per la risposta.

...mi rimangono alcuni dubbi:
il mio liquido è potenzialmente fecondo...ma lo spermiogramma non mi sembra buono...ritiene con questi risultati utile una visita o sono io che mi metto troppi pensieri?
La cistite non dovrebbe influenzare la procreazione ma la stessa cistite può essere casusa di infezione per l'uomo?

grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...per cui Le ho consigliato di rivolgersi ad un esperto andrologo che,nella Sua citta',non manca.La cistite non causa infezione nel maschio.Cordialita'.