Utente 149XXX
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=134390

vi prego aiutatemi ad approfondire

datemi consigli su che esami o visite dovrei fare

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Cerchi di tranquillizzarsi, non c'e' niente di strano o di allarmante in quello che lei sta passando. Segua i consigli che gia' le ha dato il nostro esperto pneumologo e se prescritto, come immagino, dal suo Medico, prosegua con la terapia antibiotica/cortisonica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
il problema è che ormai sono certo di non avere la broncopolmonite la ( RX torace è neegativa )

ne la maggior parte delle classiche malattie infettive

le analisi migliorano ma io PEGGIORO SOLAMENTE

ora ho 38 di febbre e nessuna idea di cosa possa avere

[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non possiamo fare prescrizioni via internet, ma posso dirle che molti casi del genere hanno avuto buoni risultati con terapia antibiotica, alla quale alle volte viene associato anche del cortisone: la decisione finale spetta pero' al suo Medico Curante.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
oggi sono andato al controllo a malattie infettive e non mi hanno prescritto nulla... non sanno cosa ho e nemmeno prescrivono qualcosa di generico

io intanto oggi dopo tanti giorni ho gli stessi sintomi dei primi giorni:
febbre a 38 e un dolore diffuso al collo con difficoltà a muoverlo ( rigidità diffusa e dolore )

possibile che non si trovi che cosa sia ??? comincio a pensare che la stiano sottovalutando
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Lei non ha bisogno di qualcosa di generico. Lei ha un'infezione in atto: lo dimostra la febbre! Ha bisogno di una terapia specifica per curarla. Questa e' la mia opinione, che ovviamente puo' discostarsi da quella, certamente piu' attendibile, di chi ha avuto la possibilita' di visitarla.
Una curiosita': cosa le hanno detto i Colleghi a proposito della rigidita' nucale?
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
al pronto soccorso la prima volta hanno fatto delle prove di movimento della testa. mi hanno alzato le gambe e hanno chiesto se avevo dolore. mi hanno detto che io comunque la testa la muovevo anche se ero rigidissimo e avevo dolore.

poi nonostante lo ripeto spesso ai medici nessuno ci fa caso.

anche oggi che ho detto che all'alzarsi della febbre aumenta la rigidità del collo.

se pensa a una meningite che sintomi dovrei avere ??? possibile che si sottovaluti una cosa del genere ??

dovrei rivolgermi a qualcunaltro e sentire un altro parere???
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La mia era soltanto una domanda per essere certo che avesse fatto presente ai Medici la rigidita' nucale: se come lei dice lo ha fatto, di certo avranno anche valutato che non c'e' nulla di cui preoccuparsi. Per il resto ribadisco quanto detto sopra: la febbre indica molto probabilmente un processo infettivo, e questo e' cio' che si deve indagare e curare.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
buongiorno
vi scrivo poiche ad oggi la mia odissea non è ancora finita... anzi sono al punto di partenza

da dove vi ho lasciati:

ho rifatto le analisi ( in leggerissimo miglioramento )

mi sono fatto vedere da un otorino che non mi ha diagnosticato nulla di sua competenza

sono stato definitivamente abbandonato dall'ospedale dove ero stato ricoverato. Le ultime parole dell'infettivologo sono state "signore cosa vuole che le dica.... al massimo rifaccia le analisi e riprenda appuntamento... " Le analisi sono le solite senza nessuna aggiunta le stesse che finora non gli hanno evidentemente permesso di fare una diagnosi.
Sembra quasi che aspettino che accada il miracolo....
Non voglio nemmeno dire quanto ritengo grave che un paziente non in salute ( ho 23 anni ) si senta dare una risposta del genere come a dire tienitela
almeno mandami a fare altri accertamenti per escludere ambiti non di tua competenza. Sbaglio ? non dico il nome dell'ospedale ma sono di roma ed è uno dei piu grandi

Ad oggi i miei sintomi sono tornati precisamente quelli iniziali :

febbre costante di 38 da mattina a sera

difficolta di deglutizione

dolore al collo che ne inibisce il movimento ( in particolare la sera non riesco quasi a girarlo a destra e sinistra ; la torsione è solo parziale e dolorosa.
migliore è la torsione in avanti e indietro che è quasi normale seppur leggermente dolorosa

collo gonfio e dolente alla palpazione soprattutto nel lato schiena

stitichezza con feci caprine ( non ricordo se le ho avute dall'inizio )

leggera debolezza

occhi lucidi e rossi

sottolineo che la mattina i sintomi a parte la febbre sono tutti molto piu deboli ( considerate che sto lavorando con il consenso del medico, anzi ormai ex )

assolutamente allarmato mi sono rivolto ad un'altro ospedale tramite visita che mi hanno dato quasi immediata in seguito alla descrizione telefonica dei sintomi e della durata della malattia qualunque essa sia.

ha detto che vuole ricoverarmi per farmi tutta una serie di analisi e accertamenti ( culture batteriche, tac ecc ) ma ANCHE CHE DURANTE LA VISITA è STATO ATTIRATO DALLA TIROIDE ( TIROIDITE ) .

MI HA DATO GLI ESAMI DEL SANGUE E UN ECOGRAFIA DICENDOMI CHE NEL CASO AVESSIMO FORTUNA POTREMMO EVITARE IL RICOVERO

LA MIA DOMENDA è :

POSSONO I MIEI SINTOOMI E LE MIE ANALISI ESSERE RICONDUCIBILI ALLA TIROIDE O COME HA DETTO IL PROFESSORE DI MALATTIE INFETTIVE A UNA TIROIDITE ??? ( su internet ho trovato la tiroidite di De Quervain)


GRAZIE come al solito help
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come gia' ho avuto modo di scriverle piu' volte la sua storia rimanda ad un processo infettivo/infiammatorio. Se poi sia a carico della tiroide (perche' no?), o di altro organo, questo purtroppo, da dietro ad una tastiera di computer, non so dirglielo; a questo punto si affidi a questo "nuovo" Medico e speriamo che se ne riesca a trovare la causa.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
grazie capisco che posso sembrare petulante ma avere 23 anni, non aver mai avuto praticamente piu di un raffreddore e all'improvviso trovarsi da un mese in queste condizioni mi sta letteralmente consumando anche mentalmente

oltretutto ho il problema che rischio di perdere il lavoro della mia vita se continuo a prendermi giorni di malattia

grazie ancora, apprezzo molto il lavoro suo e dei suoi colleghi che ci supportate in questo sito
[#11] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Purtroppo bisogna anche mettere in preventivo il fatto che non e' detto che la Scienza Medica possa arrivare a comprendere la totalita' dei processi patologici possibili: spero solo che il suo caso faccia parte comunque delle patologie conosciute...
Cordiali saluti